Funghi avariati a pranzo: frati comboniani all'ospedale

A raccogliere i funghi era stato un religioso esperto che si era recato qualche giorno prima sull'altopiano di Asiago. Un'ora dopo il pasto sono iniziati i primi dolori allo stomaco

Si sono sentiti male dopo aver mangiato un risotto ai funghi. Così 13 frati comboniani e il redattore della rivista Nigrizia sono finiti in ospedale.

A raccogliere i funghi era stato un religioso esperto che si era recato qualche giorno prima sull'altopiano di Asiago. Così i frati avevano deciso di preparare un buon risotto. Ma un'ora dopo il pasto sono iniziati i primi dolori allo stomaco. Come spiega il Corriere, i frati però non hanno chiesto aiuto, pensando che fosse qualcosa di passeggero. È stata la telefonata redattore di Nigrizia, che aveva mangiato con loro, a far venire i primi sospetti: "Forse il risotto non era tanto buono. Come stanno gli altri?".

In pochi minuti le ambulanze sono arrivate alla casa madre di vicolo Pozzo, zona San Giovanni in Valle. Trasportati subito in ospedale, alcuni frati sono stati trattenuti per accertamenti.

Dalle analisi, i funghi sono risultati tutti di una tipologia commestibile. Ma è probabile che l'intossicazione alimentare si stata causata da qualche fungo tossico finito per errore nel risotto, o dal fatto che i prodotti non fossero freschissimi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.