Era diventato il simbolo di furbetti del cartellino: assolto il vigile in slip

Alberto Muraglia era stato sorpreso dalle telecamere degli investigatori, mentre timbrava il cartellino in mutande e poi rientrava in casa. Per questo motivo era diventato l'emblema dell'inchiesta sui furbetti del cartellino a Sanremo

È impossibile dimenticare l’immagine di quel dipendente del Comune di Sanremo ripreso dalle telecamere nascoste della guardia di finanza, mentre timbrava il cartellino, per poi rientrare in casa, anziché prendere servizio. Nell’ottobre del 2015, Alberto Muraglia divenne l’emblema della maxi inchiesta coordinata dalla procura di Imperia, che vide un centinaio di impiegati del Comune finire sotto indagine con l'accusa di truffa ai danni dello Stato per l’infedele timbratura del cartellino.

L’immagine, per farla breve, era quella del vigile che timbrava il cartellino in mutande, per poi tornare a dormire. Uno smacco, dunque. Oggi, Muraglia e altre nove persone, che hanno scelto il rito abbreviato, sono stati assolti, in abbreviato dal gup Paolo Luppi del tribunale di Imperia. Nella stessa udienza preliminare, hanno patteggiato sedici imputati e sono stati disposti altrettanti rinvii a giudizio, per chi aveva scelto il rito ordinario. Non sono mancati momenti di tensione, quando un’imputata, all’uscita dall'aula, dopo la lettura del dispositivo di assoluzione ha aggredito i giornalisti. "Andate aff… - ha gridato - mi avete rovinato la vita”. La sentenza più eclatante resta, comunque, quella di Muraglia.

Ma per quale motivo è stato assolto? In estrema sintesi è grazie a una disposizione del comandante di polizia municipale di Sanremo, secondo la quale bisognava timbrare in abiti borghesi. È il suo legale, l’avvocato Alessandro Moroni, che spiega perché il proprio assistito è da considerarsi innocente. Secondo Moroni, infatti, l'allora vigile Muraglia, nominato custode del mercato ortofrutticolo di Sanremo, si svegliava tutte le mattine alle 5.30 per aprire i cancelli e doveva prendere servizio alle 6 come vigile.

“Un compito che svolgeva in cambio dell’alloggio a titolo gratuito nello stabile del mercato - spiega il legale - senza alcuna remunerazione in denaro”. Dopo aver aperto i cancelli, Muraglia dava un’occhiata in giro, che non ci fossero auto in doppia fila nel circondario che impedissero l’installazione dei banchi nei giorni di mercato (quello ambulante con le bancarelle nel piazzale). Quindi, timbrava, sempre in abiti borghesi - nella timbratrice del mercato in cui prestava servizio, stiata a poche metri da casa - e rientrava in alloggio per indossare la divisa. “E’ proprio come avviene per tutti gli agenti che devono prendere servizio al comando - aggiunge Moroni - che entrano e timbrano in borghese, quindi si cambiano”.

Cosa succede. In quattro occasioni Muraglia - che oggi lavora come artigiano aggiustatutto - sale in casa, dopo aver aperto il mercato e si cambia, ma dimentica di timbrare il cartellino. Per questo motivo, scende dove c’è la timbratrice o manda la figlia a timbrare, perché così prevedono le disposizioni, in quanto l’atto del cambiarsi d’abito e mettersi la divisa è considerato orario di lavoro. “Anzi - commenta Moroni - se proprio vogliamo, in quei casi è più facile che abbia regalato quaranta secondi, anziché averne sottratti allo Stato”. Lo stesso Moroni ha chiesto di mettere la parola fine su questa vicenda: “E' il momento di far scendere i riflettori. Il vaglio di questi filmati dice che gli imputati erano innocenti".

Il sostituto procuratore Grazia Pradella, così commenta le dieci sentenza di assoluzione: "E' un impianto accusatorio che vede nella Procura della repubblica, in particolare nella persona della dottoressa Maria Paola Marrali, un impegno investigativo davvero notevole, così come per la guardia di finanza di Sanremo. L'impianto accusatorio vede una sostanziale conferma in sedici patteggiamenti e altrettanti rinvii a giudizio. Per quanto riguarda gli abbreviati leggeremo con attenzione le motivazioni e decideremo il da farsi anche perché su queste posizioni vi erano prove che la procura ha considerato importanti e di spessore. Valuteremo con estrema serietà, così come con estrema serietà sono state considerate le prove fotografiche e documentali". La data di inizio del processo, per chi ha scelto il rito ordinario, è stata fissata al prossimo 8 giugno.

Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Lun, 20/01/2020 - 15:06

testimoni,filmati prove certe..ma che bisogna fare in italia per essere giustamente licenziati? il ministero della giustizia mandi gli ispettori!!

Giorgio5819

Lun, 20/01/2020 - 15:09

...andava a dare un'occhiata in giro ( in mutande) a controllare che non ci fossero auto in divieto di sosta... umorismo patetico.

Calmapiatta

Lun, 20/01/2020 - 15:24

Solo il Ministro dell'Interno può essere condannato per reati "politici". Gli altri, che si vada dall'omicidio, all'omicidio stradale, dalla truffa al furto non vedranno mai una prigione. Altro che repubblica delle banane.....

lappola

Lun, 20/01/2020 - 15:28

Ed era soltanto un Italiano; figuriamoci se fosse stato un nigeriano, come minimo lo avrebbero nominato presidente della Corte Costituzionale. Non ridete, siamo su quella strada ...

Gatto Giotto

Lun, 20/01/2020 - 15:30

Abbiamo Di Maio come ministro degli esteri e Giuseppe Conte come primo ministro. Non mi stupisce più nulla.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 20/01/2020 - 15:32

una decisione vergognosa per tutti i dipendenti pubblici che fanno il proprio dovere

Anonimo51

Lun, 20/01/2020 - 15:33

Purtroppo l'Italia non e' un paese per la gente onesta, bensì per i furbi e per i malavitosi. Agli onesti resta solo la discriminazione e poi diffidate sempre delle istituzioni che vi lodano, specie quando fa loro comodo. In tal caso Il Cantico delle Creature non può essere associato. MISERABILE GIUSTIZIA.

Dordolio

Lun, 20/01/2020 - 16:16

Ora, immagino , verrà reintegrato nel posto di lavoro e gli daranno pure gli arretrati, esatto?

venco

Lun, 20/01/2020 - 17:00

Magistrati e dipendenti pubblici son tutti stipendiati pubblici, non si mangiano fra loro.

linea56

Lun, 20/01/2020 - 17:13

Ora lo riassumono dandogli gli arretrati con interessi. A povera ITALIA il rimborso glielo farei fare dal giudice che li ha assolti Giuseppe

uberalles

Lun, 20/01/2020 - 17:21

Sentenza clownesca, da circo Barnum.....

sparviero51

Lun, 20/01/2020 - 18:15

QUESTI VANNO MAZZIATI UNA VOLTA PER TUTTE . GIUDICE E IMPUTATO !!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 20/01/2020 - 18:26

Non penso che ci fosse solo un filmato, chissà quante ne ha combinate. Quando si infrange la legge più di una volta poi diventa una routine. Non penso che fosse successo solo una volta. Che andassero a vederli tutti i filmati. Se si soffermasse più volte a casa sua visto che è nella sede. E quell'altro del canottaggio invece di lavorare? Pure lui assolto, perchè gli serviva di fare ginnastica per il lavoro?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 20/01/2020 - 18:27

E tutti gli altri in tutta italia come sarà andata a finire. Ormai dimenticati dalla gente quindi nulla di fatto anche per loro?

DRAGONI

Lun, 20/01/2020 - 18:55

NON è IN MUTANDE SOLO LUI MA ANCHE LA GIUSTIZIA ITALIANA.O NO?

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Lun, 20/01/2020 - 18:57

se i giudici sono questi , cosa ci aspettiamo da questo (nuovo) paese ? Domani andrò a lavorare in mutande anch'io.......voglio vedere chi mi dice qualcosa .........

bernardo47

Lun, 20/01/2020 - 19:04

Era al governo il sig.renzi e gli serviva visibilità. Vergogna! Poi è venuta la Bongiorno e pure lei.......andassero a lavorare,i Renzi o la Bongiorno,sarebbe molto meglio!

bernardo47

Lun, 20/01/2020 - 19:05

Quando arriverà la sentenza sui vitalizi,oramai prossima, ci facciamo pure lì quattro risate! Cialtroni grillini! Cialtroni Giordano,giletti e soci.....

bernardo47

Lun, 20/01/2020 - 19:07

Quante sciocchezze e amenità mettono in giro i politici bischeri.......io farei loro causa per i danni subiti morali e materiali.per poi buttare loro, quei politici in pasto alle folle!bischeri!

lorenzovan

Lun, 20/01/2020 - 19:16

ma qualcuno ha letto il dispositivo della sentenza..e il perche' dell'assoluzione..o era troppo complicato per i cari analfabeti funzionali ???

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Lun, 20/01/2020 - 19:29

Quante palle.

Gianca59

Lun, 20/01/2020 - 19:40

Ottimo esempio. D' altra parte siamo o non siamo il paese che vive con il cxxo degli altri ? E che, vuoi mandare in galera un così alto rappresentante ?

bernardo47

Lun, 20/01/2020 - 20:52

le strumentalizzazioni politiche dell'epoca renzi...una vera vergogna da voltastomaco! attacco' qualche mela marcia, per attaccare i milioni di dipendenti pubblici, pensando che sarebbe stato poi acclamato! BISCHERO! invece quelli ti hanno massacrato proprio te! e oggi, i giudici assolvono gli innocenti che tu hai accusato! fossi uno di loro, chiederei i danni ai politici del tempo che hanno marciato su quei casi on dichiarazioni pubbliche! colpirli nei loro portafogli per svegliarli quei politici cialtroni!la prossima volta si mordono le labbra! VERGOGNA!

Ritratto di Acquachiara

Acquachiara

Lun, 20/01/2020 - 21:37

Mah. Io penso che se TUTTI i CALABRESI EMILIANI ROMAGNOLI andassero a votare, le cose cambierebbero in meglio. ANDATE A VOTARE!!!

bernardo47

Lun, 20/01/2020 - 22:08

spero che il vigile INNOCENTE, quereli con forte richiesta di danni, sia renzi che strumentalizzo' il caso a suo tempo, sia salvini che lo ha fatto oggi, infangando un innocente! colpirli nel portafoglio, per educarli a rispettare il lavoro delle persone! lavoro che loro ignorano cosa sia perche' mai hanno lavorato in vita loro! QUERELARLI!

Ritratto di asimon

asimon

Lun, 20/01/2020 - 23:14

l'assoluzione ha dell'incredibile, addirittura il cartellino lo timbrava la figlia...tutto normale nell'ambito degli impiegati pubblici, poi ci meravigliamo che l'assenteismo non venga sconfitto

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 20/01/2020 - 23:38

Certo che SOLO in Italia possono succedere certe STUPIDATE !!! NON sei mai colpevole se hai gli "amici" giusti!!!!jajajajajajaja.

Cosean

Mar, 21/01/2020 - 00:56

hahaha Garantismo per i Politici=Garantismo per i Vigili. La legge è uguale per tutti. Anche la propaganda garantista

antonmessina

Mar, 21/01/2020 - 07:29

davvero disgustoso non punire i colpevoli e poi processare salvini

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Mar, 21/01/2020 - 08:48

Vicenda farsesca, con conclusione all'italiana.

pardinant

Mar, 21/01/2020 - 08:58

Di questo articolo quello che mi piace di più sono i commenti, ove soggetti che con quasi assoluta certezza, nulla non hanno letto una sola pagina degli atti del processo, si mettono a criticare la decisione di un professionista come un giudice che per di più ha emesso una sentenza sicuramente scomoda, magari dopo aver passato giorni a studiare gli atti. Siamo un Popolo fantastico!