Il prete rosso all'attacco: "Sono ancora no-global. Mi piacciono le Sardine"

Don Vitaliano Della Sala, volto storico del movimento non-global, ricorda i drammatici fatti di Genova del 2001 e ammette di simpatizzare per le "Sardine"

AI tempo del G8 di Genova forte era il movimento no-global. Uno dei volti più popolari di quel fronte, almeno in Italia, era don Vitaliano Della Sala, prete barricadero sempre presente in piazza per protestare contro i potenti di turno.

Sono già passati 19 anni da quel vertice internazionale segnato da violenze e dalla morte di un manifestante, eppure sembra che di tempo ne sia trascorso molto di più. Tante cose sono cambiate sullo scenario internazionale: dai rapporti Usa-Russia al ruolo della Cina, senza dimenticare la sempre irrisolta questione mediorientale e lo scontro tra sunniti e sciiti che ha portato Siria ed Iraq sull’orlo del baratro.

Seppur di acqua sotto i ponti ne è passata, don Vitaliano non fa passi indietro e non rinnega quanto compiuto. "Faccio ancora il no-global", ha affermato all’AdnKronos il don che attualmente è parroco di due parrocchie a Mercogliano, in provincia di Avellino. A cambiare, però, è stato il suo modo di impegnarsi.

Don Vitaliano, infatti, ammette che oggi non fa più parte di movimenti ma racconta di lavorare sul campo con lo stesso impegno."In quegli anni facevamo molta teoria, giustamente, poi però i confronti bisogna tradurli in realtà e azioni concrete. Molti di noi lo stanno facendo in modi diversi: Casarini attraverso l'impegno verso i migranti, io continuo a fare il prete e mi occupo di poveri lottando contro il neoliberismo sfrenato. Lo facciamo concretamente. Nessuno si è pentito di quello che ha fatto, anzi ognuno di noi sta cercando di realizzare a modo suo un altro mondo possibile".

Il prete rosso spiega di ricevere attestati di stima per quanto compiuto in passato. "Ogni tanto qualcuno tra cui anche il mio vescovo di Avellino- ha spiegato don Vitaliano- mi dice 'avevate ragione voi'. Purtroppo è brutto sentirselo dire dopo tanti anni, però è una bella soddisfazione. Non abbiamo sbagliato, forse è stato sbagliato qualche metodo, il modo di comunicare". Il no-global duro e puro ammette che proprio ieri ripensava a quando con Casarini "nella mia vecchia parrocchia, facemmo quella 'dichiarazione di guerra' al G8". Una dichiarazione che, secondo il prete, fu strumentalizzata. "Non era una dichiarazione di guerra violenta, ma ideologica", ha sottolineato don Vitaliano.

Della Sala, essendo in strada a Genova, fu testimone degli scontri e della violenza di quei giorni: "Intanto, aborro ancora di più la violenza e a Genova ne vedemmo tanta da parte di tutti, anche dai manifestanti, ma quel che è peggio dalle forze dell'ordine. Ci fu un brutto passo in avanti nel modo di contrastare le manifestazioni. Quella brutta pagina della democrazia dimostra quanta paura aveva il potere di quel popolo che scendeva in piazza con tanti difetti, perché non è che da una parte c'erano i buoni e dall'altra i cattivi". Duro il suo giudizio sui fatti di Bolzaneto: "Chi ha sbagliato tra i manifestanti ha pagato- ha spiegato don Vitaliano- invece nessuno ha pagato per Bolzaneto, per la Diaz, ma soprattutto per le violenze di strada".

Ma oggi esiste qualche tracce dei movimenti no-global? Per don Vitaliano sì. Secondo il prete no-global una parte di quell’eredità ideologica è stata raccolta dalla "Sardine": "Guardo con interesse, se mi invitano vado volentieri. È bello che ci sia sempre un gruppo di giovani che non si arrende alla violenza di chi comanda, al fatto che i poveri siano sempre più schiacciati, all'arroganza della politica".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

agosvac

Dom, 19/07/2020 - 14:08

Congratulazioni vivissime a questo prete: non ha capito niente della funzione che dovrebbe avere un sacerdote cristiano. Il fatto che abbia addirittura due parrocchie, non depone neanche a favore della Chiesa!

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 19/07/2020 - 14:18

Ma è un prete o un anarchico? O tutte e due le cose? Ma la chiesa permette tutto questo? Pare di sì,a cominciare dai vertici....

oracolodidelfo

Dom, 19/07/2020 - 14:39

Questo prete mi pare che simpatizzi più per gli squali che per le sardine......

mimmo1960

Dom, 19/07/2020 - 14:39

La chiesa degli uomini fa le cose degli uomini e non porta da nessuna parte invece la chiesa di Cristo è la verità, salvezza. Non date a Cesare quello che è di Cesare, non porgere l'altra guancia non è il Vangelo e favorire gli antagonisti e ribellarsi alle leggi non è democrazia.

steacanessa

Dom, 19/07/2020 - 14:50

Se questo è un prete!

Happy1937

Dom, 19/07/2020 - 14:55

Don Vitaliano: "libera Chiesa in libero Stato". Il prete si occupi delle anime e lasci stare la politica italiana, nella quale non ha diritto di mettere bocca. Con Preti come questo non c'è poi da stupirsi che i Fedeli, restando vicini a Dio, si allontanino dalle gerarchie ecclesiastiche.

lawless

Dom, 19/07/2020 - 15:07

con siffatti pretonzoli si capisce molto bene perchè le chiese cominciano a bruciare e le "pecore" fuggono dall'ovile. Francesco sveglia, siamo al punto di non ritorno. Basta politica becera, rivalutiamo l'anima altrimenti la chiesa molto presto si troverà senza fedeli e alla mercè di qualche prelato d'assalto che metterà da parte la croce (e gà esempi non ne mancano) per scivolare nelle sgrinfie di arraffapopolo che con il divino nulla hanno a che vedere.

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 19/07/2020 - 15:44

Il Don Vitaliano ha il diritto di dire ciò che pensa, i suoi parrocchiani hanno il diritto e il dovere di comportarsi di conseguenza... demerito di questi pretonzoli e del loro capo se le chiese si svuotano.

giosafat

Dom, 19/07/2020 - 16:33

Fuori il vaticano e i preti dall'Italia. Non siamo tenuti a sopportare i loro ragli.....

DRAGONI

Dom, 19/07/2020 - 17:06

E' ANCORA LIBERO DI PREDICARE SECONDO IL IL SUO VANGELO.

Lotus49

Dom, 19/07/2020 - 17:25

È contrario al neoliberismo ma sostiene le Sardine, giovani simpatizzanti del PD, che è il partito più neoliberista, europeista, mercatista e antisociale della storia recente.

rossini

Lun, 20/07/2020 - 10:26

Cari italiani, ricordatevi che, quando date il vostro 8 x 1000 alla Chiesa cattolica, finanziate gente come questo pretacchione qui. Perciò NO 8 x 1000 alla Chiesa cattolica. Passate parola. Ciascuno ne convinca un altro.

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 20/07/2020 - 10:45

Un altro prete fenomeno, frutto rigoglioso del post concilio. I migliori se ne sono andati, a decine di migliaia; sono rimasti sul fronte pochi eroici testimoni e una miriade di preti per sbaglio, malati di protagonismo spinto e adeguatamente ideologizzati perché allevati in batteria nei seminari riformati, ora fortunatamente vuoti. Si ingozzi pure di sardine, basta che apra bocca solo per ingoiare e ci lasci in pace, risparmiandoci le sue stupidaggini.

Capricorno29

Lun, 20/07/2020 - 11:06

Bravissimo e per mpersone come lei che io non do più 8 per mille alla chiesa continuate cosi che quando non avrete pioù soldi9 smetteretre anche di fare politica

cecco61

Lun, 20/07/2020 - 11:59

Oltre a non aver capito nulla della sua funzione, non capisce una mazza di economia. Il presunto neoliberismo attuale è solo Capitalismo di Stato che nulla a ha che vedere col liberismo. Ancora no-global eppure sta con sardine e immigrati: un ossimoro che si spiega solo per ottenere visibilità e vil pecunia con cui, tra un presunto aiuto e l'altro, ingrassa i conti correnti suoi e dei Kompagni.

Absolutely

Lun, 20/07/2020 - 13:05

Pensi alle anime dei fedeli, non alle sardine, altrimenti torni allo stato laico e faccia quello che crede. Non posso dire quello penso veramente altrimenti mi censurano.

Absolutely

Lun, 20/07/2020 - 13:07

Propongo di accogliere il Papa e le autorità religiose a rotazione presso le nazioni che si dichiarano cattoliche, non capisco perché c’è li dobbiamo sorbettare solo noi.

Absolutely

Lun, 20/07/2020 - 13:10

Io l’8 per mille non l’ondo più alla chiesa cattolica da un pezzo, solo che c’è un accordo tra stato italiano e Vaticano per cui questi pseudo preti hanno un minimo garantito.

giovanni235

Lun, 20/07/2020 - 13:24

E basta con queste sardine!!! Nel vederle e a sentirle sproloquiare somigliano sempre più a chi le ha generate:i PESCI PAGLIACCIO!!!