Genova, 21enne tenta di rapinare e picchia l'amica alla stazione

Il giovane pretendeva del denaro prima di far ritorno presso la comunità di recupero da cui si era allontanato volontariamente lo scorso sabato: la conoscente lo ha aiutato e convinto a far ritorno nel centro, ma ha subito un tentativo di scippo ed è stata aggredita

Ha aggredito una conoscente mentre attendeva il treno alla stazione ferroviaria di Lavagna (Genova) perchè questa si era rifiutata di dargli dei soldi, non mettendosi alcuno scrupolo a farla finire a terra, trascinarla e quindi colpirla ripetutamente per farle mollare la presa sulla borsetta. Fermato dai carabinieri dopo un vano tentativo di fuga, nel quale sperava di confondersi tra i passeggeri a bordo del convoglio, è stato fermato e ristretto ai domiciliari in attesa di giudizio.

Protagonista in negativo della vicenda, come riportato dalla stampa locale, è un 21enne ospite di una comunità di recupero della città di Genova, dalla quale si era allontanato durante la giornata dello scorso sabato 7 marzo. Il fortuito incontro con una conoscente è avvenuto per le strade di Lavagna il giorno successivo, domenica 8 marzo. I due ragazzi hanno chiaccherato a lungo e successivamente mangiato insieme un panino ed una bibita presso una tavola calda.

Il 21enne è stato quindi convinto a riprendere il treno per far ritorno alla propria comunità, ma proprio mentre l'amica lo accompagnava fino al binario del treno che lo avrebbe dovuto ricondurre nel centro in cui era domiciliato, si è verificata la violenza. Il giovane ha infatti chiesto del denaro alla conoscente, una domanda che si è trasformata ben presto in una pretesa, rispedita al mittente dall'amica. Il rifiuto ricevuto ha letteralmente mandato su tutte le furie il 21enne, che ha prima insultato la ragazza e poi tentato di scipparle la borsetta.

Dopo aver afferrato la tracolla, l'ha tirata con forza verso di sè, facendo rovinare sulla banchina la donna che cercava disperatamente di reagire al furto ed è stata trascinata. In un ultimo tentativo di impossessarsi della borsa, il 21enne ha addirittura sferrato dei colpi contro la conoscente che continuava a lottare da terra ma poi, rendendosi conto di aver ormai attirato l'attenzione di numerosi passeggeri su di sè e di non poter concludere con successo lo scippo, ha provato a fuggire.

Salito a bordo dell'ultimo vagone del treno in partenza, tuttavia, il giovane ha ben presto compreso che il suo piano non sarebbe andato a buon fine, dato che il convoglio è stato immediatamente bloccato dai carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Genova, giunti alla stazione dopo le numerose segnalazioni ricevute. Inutile anche il tentativo di mischiarsi tra i passeggeri che abbandonavano i vagoni, dato che i militari lo hanno subito riconosciuto e tratto in arresto.

Trasportato nella caserma di Sestri Levante, il 21enne è stato accusato del reato di tentato furto aggravato e rinchiuso dietro le sbarre di una cella di sicurezza. A seguito del giudizio direttissimo, è arrivata la convalida del fermo e la decisione di applicare i domiciliari, da scontare presso la sua comunità di recupero, fino alla prima udienza del processo che lo vedrà alla sbarra.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.