Dov'è il Gratta e Vinci della discordia

Il tagliando è stato ritrovato in una cassetta di sicurezza di una banca di Latina: l'uomo aveva aperto un conto prima di darsi alla fuga (mancata) alle Canarie

Ecco dov'è il Gratta e Vinci della discordia

Il Gratta e vinci da 500mila euro che il tabaccaio napoletano ha rubato all'anziana signora è "vivo" ed al sicuro: l'uomo lo ha depositato presso una banca di Latina continuando ad affermare, imperterrito, che il biglietto è suo.

Dove è "nascosto" il tagliando

Gaetano Scutellaro, 57 anni, come abbiamo scritto stava tentando la fuga alle Canarie ma è stato fermato in tempo dalla polizia di frontiera all'aeroporto di Fiumicino prima di spiccare il volo. Dopo la perquisizione e la denuncia, il tagliando non gli era stato ritrovato. Prima di partire l'uomo avrebbe aperto un conto corrente in una banca di Latina e depositato il biglietto vincente all'interno di una cassetta di sicurezza adesso in mano alle forze dell'ordine. L'iter è stato possibile grazie al sequestro e alle perizie sul suo cellulare da dove sono emersi i passaggi che hanno ricostruito il percorso a ritroso fatto dall'uomo e la scoperta del conto corrente. E sempre a Latina è emerso che l'uomo avesse fatto il biglietto per le isole Canarie.

Un piano naufragato sul nascere

Nella sua mente poteva apparire un piano perfetto, quasi infallibile, ma che è naufragato sul nascere: da Fiumicino al ritrovamento del Gratta e vinci, la vicenda arriva quasi alla sua naturale conclusione. Sarebbe stato comunque impossibile, per l'uomo, riscuotere la somma vincente: a seguito del furto, l'Agenzia Dogane e Monopoli ha avviato un procedimento per sospendere cautelativamente la concessione rilasciata alla tabaccheria di Materdei, quartiere del centro di Napoli. E non solo. "Non appena appresa la notizia - ha scritto l'Agenzia su impulso del direttore dell'Ufficio Giochi Numerici e Lotterie, Stefano Saracchi - si è provveduto al blocco della riscossione del biglietto risultato vincente. Ora sono fiducioso che la signora potrà recuperare il maltolto".

Cosa può succedere adesso

Ora che tutti i pezzi del puzzle sono tornati al loro posto, la 70enne prima o poi riscuoterà la somma che le spetta mentre al tabaccaio non rimane altro che tornare alla sua vecchia vita cospargendosi il capo di cenere anche se, fino a questo momento, non sembra molto propenso: sul Giornale abbiamo scritto del vittimismo dell'uomo che sostiene (ancora) di essere lui stesso la vittima volendo addirittura denunciare l'anziana che lo ha denunciato. Se non fosse una vicenda reale penseremmo a qualche commedia all'italiana. Intanto, a Napoli ogni situazione è utile per giocare al Lotto: i numeri in questione sono il 22, il 46 ed il 71 (il pazzo, i soldi e l'uomo di niente). C'è, però, chi consiglia di aggiungere anche l'89 (la vecchietta). Una bella quaterna per una vincita che potrebbe cambiare la vita.

Commenti