I docenti non ascoltano l'appello per i compiti: la petizione dei genitori

Il ministro Bussetti aveva chiesto meno compiti per le vacanze di Natale, per permettere alle famiglie di trascorrere tempo insieme

I docenti non ascoltano l'appello per i compiti: la petizione dei genitori

Era stato il ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti, a lanciare l'appello ai professori: "Date meno compiti durante le vacanze di Natale". Ma molti docenti non hanno accontentato il ministro e le famiglie dei ragazzi: le pagine dei diari sono piene di esercizi di algebra e geometria, pagine di storia e scienze da studiare o ripassare, titoli di libri da leggere durante quelle che dovrebbero essere vacanze.

È quanto riferiscono molti genitori che, sulla pagina Facebook "Basta compiti", hanno condiviso le foto dei diari dei propri figli, dove sulle pagine si fatica a trovare uno spazio bianco.

Così è scattata la petizione online, che ha già raggiunto le 32mila firme e ora punta ad arrivare a 35mila. A guidare la protesta è Maurizio Parodi, dirigente scolastico toscano e fondatore anche della Rete nazionale Docenti e Dirigenti a Compiti Zero, che porta avanti la battagli del diritto al riposo degli studenti, come riferito da Tgcom24. Nella nota ministeriale "Auguri di Natale", il ministro Bussetti, aveva rivolto a studenti, famiglie e docenti, l'augurio di passare queste vacanze in famiglia: "Ritengo importante che i nostri ragazzi abbiano il tempo per ritemprarsi e svagarsi, stare con i propri cari , curare le proprie passioni, divertirsi, leggere, ascoltare musica, andare a vedere una mostra, praticare uno sport". Un appello rimasto inascoltato da molti docenti.