I genitori pregano e non chiamano i soccorsi, il bambino muore di setticemia

I genitori hanno dichiarato di avere dei problemi ad andare dai medici

Seth, un bambino di 7 anni Plymouth, in Minnesota, è morto di setticemia a causa della negligenza dei genitori che invece di chiamare i soccorsi quando le condizioni del bambino erano critiche hanno preferito pregare per la sua salute.

Il bambino, adottato da Timothy e Sarah Johnson quattro anni prima, era stato lasciato con il fratello di 16 anni nel weekend precedente alla sua morte perché i due dovevano andare fuori città a un matrimonio.

Come riporta The Indipendent i genitori sono dovuti comparire in tribunale nonostante si siano dichiarati innocenti. Il procuratore della contea di Hennepin, Mike Freeman è pronto però ad andare fino in fondo sulla questione: "Non possiamo comprendere come un genitore possa lasciare un figlio malato di sette anni malato a casa per andare via per un week-end. Né riusciamo a comprendere come i genitori si siano rifiutati di tornare a casa la domenica mattina per prendersi cura di loro figlio malato quando sono stati informati che le sue condizioni erano molto gravi. Né riusciamo a capire perché i genitori non hanno chiamato un'ambulanza per ottenere immediatamente assistenza medica quando finalmente sono tornati a casa la domenica sera. I Johnsons, naturalmente, si dicono innocenti. Ma stiamo utilizzando tutte le risorse a nostra disposizione per dimostrare il contrario".

Dal canto loro, i genitori sostengono che le condizioni di salute di Seth erano peggiorate nelle ultime settimane ma non sono mai andati in ospedale perché hanno "problemi con l'andare dai medici".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Razdecaz

Sab, 07/01/2017 - 15:17

A chi hanno pregato? Può darsi che in quel momento era al bar.

Giorgio Rubiu

Dom, 08/01/2017 - 11:54

I loro"problemi" non hanno niente a che fare con l'andare dai medici.La loro incapacità ad accudire ai figli li rende inadatti ad essere genitori adottivi o meno.Il fatto che credano di poter risolvere problemi di salute pregando,li rende inadatti a far parte di questo secolo e di questa civiltà.