Indagata la mamma del bimbo annegato a Mirabilandia

L’accusa sarebbe di omicidio colposo in cooperazione. Inizialmente era stata ascoltata solo come testimone

La mamma di Edoardo Bassani, il bimbo di quattro anni, residente a Castrocaro, che ieri ha perso la vita in una piscina all’interno del Parco Mirabilandia, sarebbe ora indagata per omicidio colposo in cooperazione. All’inizio la donna sarebbe stata interrogata solo come testimone, ma più il racconto prendeva piede e maggiormente la sua situazione cambiava. L’avvocato Francesco Furnari è il legale della indagata. La Procura inoltre starebbe prendendo in considerazione anche altre persone. A breve vi sarà anche l’autopsia sul corpicino del piccolo Edoardo. Quella che sembrava una terribile disgrazia è avvenuta ieri, mercoledì 19 giugno, in una piscina all’interno del parco divertimenti Mirabilandia, a Ravenna.

Come ha spiegato il Procuratore capo Alessandro Mancini, “sono in corso accertamenti preliminari per verificare eventuali negligenze o imprudenze da parte di chi era preposto alla vigilanza del bambino”. Mancini sta coordinando le indagini insieme al pubblico ministero Daniele Barberini. I Carabinieri hanno sequestrato tutti i filmati registrati dalle molte telecamere di sicurezza che si trovano nella zona incriminata. I militari sperano visionando le riprese di riuscire a capire esattamente cosa sia successo e ricostruire gli ultimi minuti di vita di Edoardo.

Da quanto emerso finora il piccolo sarebbe stato in compagnia della mamma vicino a una delle piscine. Lasciato un attimo solo, Edoardo sarebbe corso in direzione di una attrazione, e sarebbe poi caduto in acqua dove la profondità della piscina raggiungeva il metro e dieci. Avvistato dal bagnino, il bimbo è stato soccorso anche dal medico del Parco, dai sanitari del 118 a bordo di una ambulanza e da un elisoccorso. Purtroppo però ogni tentativo di rianimarlo e salvargli la vita è risultato inutile. Edoardo è stato dichiarato morto mentre stava raggiungendo l’ospedale di Ravenna.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 20/06/2019 - 20:37

La madre?...Presa a "chattare"(facile controllare) con il "telefono furbo"?...I presenti? Io ho portato tante volte mia figlia in piscina,ma per tutto il tempo i miei occhi erano sempre puntati su di lei!Povero bambino!

jav2

Gio, 20/06/2019 - 21:58

ci credo è una madre snaturata

maxxena

Ven, 21/06/2019 - 10:37

ci hanno prima "deculturato" per bene e poi ci hanno riempito la testa di scemenze e giocattoli tecnologici, provocando un distacco sempre più elevato dalla realtà.Inoltre ci fanno vivere una vita frenetica e senza riflessione;quanti hanno "dimenticato" i figli in auto a caro prezzo?Se la signora si è "distratta" in qualsiasi modo(magari anche solo scambiando qualche parola) è sicuramente involontariamente colpevole ed ha già pagato un prezzo tremendo e spropositato, sicuramente non più colpevole di chi cammina con i bambini nel passeggino guardando il cellulare o di chi (uomini e donne) si distrae nello stesso modo al volante. Grande dispiacere quindi per la vita "rubata" al piccolo ed anche per la vita ormai devastata della madre.(sempre che adesso , secondo la moda corrente, non faccia "proclami" su facebook...)

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 22/06/2019 - 18:32

Madre indagata per mancata custodia del minore ... questa soluzione la sento quando fatti incresciosi di tale tipo vengono attuati da cittadini italioti mentre se un fatto simile accade a genitori extra italioti subito novene di consolazione, fiaccolate e "processioni di solidarietà" ... concludo con una mia considerazione ... ma vaff...atti un giro da dove sei venuto.