Le mani sporche di sangue del brigatista da talk show

Non l'avevo visto ma poi, raggiunto dai commenti sono andato sul sito Dagospia e ho guardato questo episodio televisivo torbido e purtroppo così autenticamente italiano, andato in onda domenica sera nella trasmissione di Giletti. C'era un tizio, ex brigatista rosso, di nome Raimondo Etro, arruolato nello spettacolo perché gode delle libertà civili che la Repubblica concede anche a chi ha sacrificato vite innocenti e se ne vanta. La sua migliore battuta, preparata con effetto draculesco è stata: «Io ho le mani bagnate di sangue, ma meglio bagnate di sangue che di acqua come Ponzio Pilato». La scena era accuratamente recitata con messa in mostra delle mani a vantaggio di telecamera. Che colpo mediatico. Che spettacolo. Tutta la città ne parla.

Giletti, che forse è troppo giovane per ricordare e troppo narcisista per misurare quel che ogni tanto gli esce dalla bocca, a un certo punto ha ammannito la seguente bufala: «Un tempo, almeno, i brigatisti guardavano in faccia coloro cui sparavano». No: è che non sa la storia. Qualcuno lo avverta: le parole di Etro sono state stupide, ignobili, cialtrone e preparate ad arte, ma il sagace conduttore dovrebbe imparare che i brigatisti non hanno mai guardato in faccia le loro vittime. Non sono mai stati dei combattenti, dei guerriglieri in azione, ma dei carnefici che uccidevano soltanto quando erano sicuri che la loro vittima fosse indifesa e voltasse le spalle. Per questo, compivano lunghe e accurate «inchieste»: per poter assassinare senza rischiare altro che il loro onore, mai più recuperato. Giletti ha fatto questa notazione del tutto sbagliata soltanto per un'abbuffata di narcisismo, raccontando al suo pubblico di aver udito qualcuno che, nientemeno, gli avrebbe detto: «Se non stai attento, potrebbero spararti in faccia». E giù applausi. La Santanché protestava vanamente annunciando che non avrebbe più partecipato a una trasmissione di Giletti in cui ci fosse il brigatista Etro. Cosa che ci ha fatto sospettare che il brigatista tutto sangue e sapone, sia in realtà un poveraccio a contratto, benché appesantito dalla panza e dagli anni, per fare la sua parte, a condizione (fittizia) di mantenersi entro certi limiti che però, poi, se li scavalca, meglio ancora così facciamo ascolto e domani tutti ne parlano. E ha ragione. Infatti, siamo qui sia pure con rossore a parlarne.

Ma non sappiamo scegliere se spendere parole per deplorare il vecchio con le mani all'acqua pazza, o dichiarare la nostra preoccupazione per le esibizioni incredibili del conduttore che si riscrive la storia, che peraltro non sa. Questo Etro ci ha fatto l'effetto di quegli orsi spelacchiati e incatenati che i domatori si portavano in un carro insieme alla donna cannone e il cane che parla per fare la loro corrida in piazza. L'orso doveva fare la faccia feroce e provocare riprovazione e paura, mentre il domatore doveva dar spettacolo della sua capacità di dominare una situazione pericolosa. Giletti, nel suo piccolo, l'ha fatto: ha raggiunto la sua acme quando si è esibito in un minacciosissimo (rivolto all'orso brigatista): «Lei se adesso se ne va via di qua, vorrà dire che il taxi lo pago io!». Onestamente, alla fine non sai più se stare con l'orso ammaestrato o con il domatore trombone, entrambi specchio triste di un Paese perduto. Probabilmente, si replica.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Italianocattolico2

Mar, 18/02/2020 - 17:45

Ripeto ancora : Perchè questo assassino, come tanti altri brigatisti rossi e neri, viene chiamato a dare pareri su cose che nemmeno conosce ?? Dovrebbe essere a marcire in galera e possibilmente in isolamento totale. Peccato che in Italia l'ergastolo si tramuti in massimo 20 anni di albergo pagato da noi. Fanno bene in USA a dargli un ergastolo per ogni crimine. Noi li invitiamo anche alle università a fare lezioni..!!!

Abit

Mar, 18/02/2020 - 17:47

Un errore madornale, quasi un'offesa, l'averlo invitato a "Non è l'arena!

lupo1963

Mar, 18/02/2020 - 17:50

Generalmente non mi piacciono gli interventi di Guzzanti .Specie quando si spertica in lodi nei confronti dell' impero americano . Ma questo articolo e' sublime .

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 18/02/2020 - 18:05

... sicuramente costui ha le mani sporche di sangue ma è evidente che chi lo invita a "pontificare" ha le mani e il cervello sporche di m...a

Rixga

Mar, 18/02/2020 - 18:08

Un brigatista in effetti serve in TV. È la prova vivente di come sia stata fallace e insensata la sua ideologia e come ci si possa abbruttire nel sostenere e supportare gli estremismi. A sua differenza non voglio né mani lorde di sangue, né pilatesche, ma mani responsabili, costruttive, amichevoli, propositive, educate, cordiali, collaborative e attive.

necken

Mar, 18/02/2020 - 18:14

anche un mafioso avrebbe potuto fare una simile ...battuta

Ritratto di Daniele Milan

Daniele Milan

Mar, 18/02/2020 - 18:21

Essere immondo, da impiccare nell'intervallo del derby Lazio-Roma!

retnimare

Mar, 18/02/2020 - 18:26

Da ragazzi dicevamo??? " chi e' Etro???" E qualcuno rispondeva " quello che te lo mette nel didietro".

Giorgio5819

Mar, 18/02/2020 - 18:34

Solo in questa Italia i vigliacchi hanno privilegi... ma nulla é eterno.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 18/02/2020 - 18:41

non mi sembra che sia un ex...mi auguro comunque che qualcuno pareggi i conti restituendogli le "cortesie"!!

Ritratto di ateius

ateius

Mar, 18/02/2020 - 19:10

etro null'altro rappresenta se non la vera essenza della sinistra.. non quella storica e politica, ma quella patologica che ha origine e risiede da sempre negli anfratti nascosti della mente. e che negli anni muta, si trasforma e scende a Patti con la realtà per non MORIRE.. ma e sempre quella. ai giorni nostri.

maurizio-macold

Mar, 18/02/2020 - 19:24

Giudico un errore pubblicare un qualsiasi articolo e/o foto su questo criminale.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 18/02/2020 - 19:31

Fare il gradasso sulla pelle degli altri non è da tutti ... anche i dittatori più truci si limitano a delegare a terzi la loro ferocia.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 19/02/2020 - 01:41

«Io ho le mani bagnate di sangue, ma meglio bagnate di sangue che di acqua come Ponzio Pilato». Allucinante! Non sono riuscito a leggere tutto l'articolo. Forse esce dalla bocca di un comunista della Banda che ha ucciso Moro e 4 Poliziotti. Magari proprio quello che ora prende anche il reddito di cittadinanza.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 19/02/2020 - 10:16

La galera e non i talk show è il luogo che ti si addice di più dopo aver dichiarato da Giletti che è meglio avere le mani sporche di sangue anziché lavarsele come Ponzio Pilato.