Mattia, due anni e terremotato: 'Caro Stato mi hai dimenticato'

Il post su Facebook del piccolo Mattia, bambino di Muccia, in Provincia di Macerata, commuove l'intero paese e l'Italia: "Dal terremoto vivo in un container"

La voce di Mattia non si può sentire. Ma il suo appello scritto fa molto rumore. Rompe il velo di silenzio su quel terremoto che ha messo in ginocchio il centro Italia e che lo Stato non è ancora stato in grado di rimettere in piedi. Dopo sette mesi dal sisma, Mattia e la sua famiglia vivono ancora in un container. Pochi giorni fa ha compiuto due anni e ha deciso di inviare un messaggio al governo, al Paese: "Non dimenticatevi di noi".

Già, perché è proprio questo che il governo sembra aver fatto: si è dimenticato. Burocrazia, decreti infiniti, lavori che vanno a rilento. E ancora stalle mai costruite per gli allevatori, soldi che tardano ad arrivare, attenzione mediatica che quando cala rischia di rendere meno importante per i governanti portare a termine le tante promesse fatte ai terremotati.

"Caro Stato, mi chiamo Mattia - scrive il bimbo attraverso il profilo di sua madre, Simona Orfini - Da pochi giorni ho compiuto i miei primi due anni di vita. Sette mesi di questa li ho già passati insieme alla mia mamma e al mio papà in un container. Sono il più piccolino della comunità terremotata qui a Muccia. Ho imparato a mangiare da solo. Faccio la fila come i grandi con il mio vassoietto blu alla nostra mensa. Qui abbiamo avuto la fortuna di avere in aiuto i carabinieri del battaglione Puglia che cucinano per tutti noi. (E che mi viziano). Loro si che mi stanno vicino...non come te, che ti sei dimenticato".

Dimenticato. Sentirselo dire da un bambino dovrebbe scuotere le coscienze di molti. Chissà. "La mia mamma dice che le promesse poi vanno sempre mantenute", fa notare Mattia con lo spirito candido di un bambino, di chi se dice una bugia pensa che il naso possa allungarsi come a Pinocchio. Pensate alla promessa fatta in pompa magna da Matteo Renzi: "I container entro Natale". Peccato poi siano arrivati molto dopo, quando l'inverno già gelava le doloranti membra dei terremotati. "Io rappresento il tuo futuro - conclude Mattia - Insieme a tanti altri bimbi del centro Italia che dal 24 agosto in poi hanno perso tutto. Io però ho fiducia nella mia famiglia, nel mio Paese. Aiutami a crescere credendo ancora in te. Perché se mi togli la possibilità di avere un futuro caro Stato...io con te poi faccio i capricci e non ci gioco più. Mattia".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 16/05/2017 - 10:14

caro mattia : auguri , e che tu possa avere tutto quello che desideri , ma lo "stato" non ha dimenticato solo te , anche tutti i suoi cittadini che "vivono" nel bisogno(gli altri si aiutano da soli)

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 16/05/2017 - 10:14

Avrei mandato il video alla trasmissione di Giletti quando intervistava il fenomeno dei fenomeni! Questa è l'Italia che hanno lasciato e che stanno lasciando ai nostri figli.

beowulfagate

Mar, 16/05/2017 - 10:17

Cara sig.ra Orfini,provate a verniciarvi di nero.Potreste ritrovarvi in un resort a cinque stelle con piscina e campi da tennis,mantenuti dalle tasse altrui.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 16/05/2017 - 10:19

e continuate pure a criticare Berlusconi, sul terremoto in abruzzo! lui in soli 6 mesi ha costruito case! non prefabbricati, ma case!! e ne ha consegnate quasi tutte! la sinistra invece dopo 7 mesi si sfalda.... il famoso vasco errani quello che rideva.... dov'è? è sparito? :-) questo per dirvi cos'è la sinistra e cos'è la destra..... ma voi, tontoloni di sinistra, ancora insistete contro Berlusconi, contro la destra, contro i silvioti.... insistete!!!! fate solo ridere....

roberto.morici

Mar, 16/05/2017 - 10:37

La vecchiaia comoncia a far danni. Ero convinto che ai terremotati fossero, da tempo, state consegnate centinaia di nuove casette. Se non altro per emulare chi, in occasione del terremoto del L'Aquila, era riuscito a metterne a disposizione qualche migliaio dopo appena quattro mesi dal sisma.

cameo44

Mar, 16/05/2017 - 11:21

Che fine hanno fatto le promesse di Renzi e Mattarella? hanno fatto le loro sfilate le loro promesse hanno detto "non vi lasceremo soli" ma come sempre sono stati smentiti dai fatti e il Commissario Errani che fine ha fatto? occorre andare su RAI TRE alla trasmissione: "CHI LA VISTO" se ne sono capaci provassero un po di vergogna

Duka

Mar, 16/05/2017 - 11:35

Però i COMUNISTI boldrina in testa si sono precipitati a fare passerella più volte.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 16/05/2017 - 13:01

MA; CARO MATTIA TU INVECE DI APPELLARTI ALLO STATO CHE VIENE GOVERNATO DA 7 ANNI DAL PDPCI; AVRESTI DOVUTO APPELLARTI A SAN SILVIO BERLUSCONI CHE AD AQUILA IN 4 MESI É RIUSCITO A DARE AGLI AQUILANI CASE VERE É NON CONTAINER! MA DOVE SONO ADESSO I CIALENTE? ERRANI? É TUTTI I QUARAQUAQUA DEL PDPCI?! SI QUEI PAGLIACCI CHE RAMAZZANO UNA ROMA PULITA? PROPRIO QUELLI CHE CRITICAVANO UN BERLUSCONI CHE PROVE ALLA MANO HA AIUTATO DAVVERO I TERREMOTATI ITALIANI CON I FATTI É NON CON LE CARRIOLE CARICHE DELLA MER..A DI CIALENTE E COMPANY! COMUNQUE CARO MATTEO DÍ AI TUOI GENITORI DI PRENDERE UN BARCONE AL LARGO DELLA LIBIA SE VOLETE ESSERE AIUTATI DA UNO STATO CHE SPUTA IN FACCIA AL PROPRIO POPOLO!.

Ritratto di karmine56

karmine56

Mar, 16/05/2017 - 13:11

Il pensiero numero uno per lo Stato? La feccia africana. Dopo, ma molto dopo, cioè mai, vengono gli italiani.

Ritratto di Trinky

Trinky

Mar, 16/05/2017 - 13:48

Ha provato a chiedere ad Errani e alla Boldrina? Sperando che non le dicano che i soldi destinati a loro sono finiti nelle tasche delle Associazione per i clandestini.....

Rossignol

Mar, 16/05/2017 - 18:49

Auguriamo a questo bimbo di costruire un Paese migliore di quello che trova. Paghiamo ancora le accise di terremoti passati , riprogettiamo il Ponte sullo stretto, finanziamo banche in perdita , facciamo la respirazione bocca a bocca a compagnie aeree fallimentari , abbiamo politici ben pagati che disprezzano i disoccupati che sono emigrati e raccomandano di giocare a calcetto... Eppure questo bimbo non vedrá una casa per molto tempo, forse....

Ritratto di stenos

Anonimo (non verificato)