Lecce, rubato furgone con i panettoni per i poveri

Il mezzo è stato ritrovato vuoto a Brindisi. Un caso simile in Brianza. Rubati i panettoni il cui ricavato avrebbe contribuito all'apertura della pizzeria gestita dai ragazzi autistici

Un episodio che ha sconvolto l'intera comunità a Lecce. Un furgone con all'interno i panettoni destinati ai poveri è stato rubato nel capoluogo pugliese. Dopo poche ore il mezzo è stato ritrovato dagli agenti della polizia di Stato a Brindisi. Peccato, però, che fosse vuoto. Il mezzo al momento del furto era parcheggiato in via Pappacoda, a Lecce. Viene utilizzato dall'"Emporio della solidarietà", un progetto sociale fondato dalla Comunità Emmanuel di Lecce che prevede un servizio di raccolta e di distribuzione di generi di prima necessità. Tra i diversi gesti di solidarietà c'è quello della raccolta del cibo donato in beneficenza dai supermercati. Lo stesso furgone era stato donato dalla fondazione Prosolidar Onlus che si occupa del finanziamento di progetti di solidarietà in numerosi paesi del mondo.

Ieri alcuni panettoni erano stati donati per beneficenza ed erano pronti, nel furgone, per essere smistati tra i più bisognosi. Poi il furto. A lanciare l'allarme i gestori dell'emporio sulla pagina Facebook "Emporio della Solidarietà Lecce". "Allarme! Hanno rubato il furgone dell'emporio! Se dovessi vederlo in giro chiama a questo numero... oppure al 112" si legge nel post.

A distanza di poche ore, come detto, il mezzo è stato ritrovato dai poliziotti a Brindisi. "Il nostro regalo di Natale" commentano i gestori dell'emporio davanti alle foto del furgone "malconcio" come lo definiscono loro stessi dopo il furto.
Il post è stato condiviso da moltissimi utenti su Facebook e ha sconvolto l'intera comunità. Quest'anno i poveri a Lecce sono rimasti senza panettone, probabilmente. La rete di solidarietà non aveva previsto un gesto tanto vile. A nulla è servito l'appello su Facebook. Il furgone è stato ritrovato, ma i panettoni che avrebbero strappato un sorriso a chi conduce una vita di stenti no.
Circa cinquanta erano i dolci natalizi destinati ad anziani e a famiglie lasciati soli e in gravi difficoltà economiche.

Non è il primo caso del genere durante queste festività. Circa una settimana fa a Muggiò, un Comune in provincia di Monza e Brianza, sono stati rubati, di notte, circa cento tra panettoni e pandori. Il ricavato della vendita dei dolci natalizi avrebbe contribuito all'apertura della pizzeria "Pizzaut" che offrirà lavoro ai ragazzi e alle ragazze affetti da autismo. I panettoni sono stati rubati nel box dell'abitazione del fondatore della pizzeria, Nico Acampora, che in un post su Facebook ha risposto ai ladri: "Buon Natale a chi ci ha derubato".
Questo furto, però, non ha fatto perdere le speranze ad Acampora e a chi come lui crede in questo progetto sociale. La pizzeria, infatti, verrà inaugurata il prossimo 2 aprile.

Commenti

routier

Mer, 25/12/2019 - 17:10

A suo tempo Robin Hood rubava ai ricchi. Oggi, questi rubano ai poveri. Ahimè, come siamo caduti in basso!

caren

Mer, 25/12/2019 - 17:19

Rubano anche la fame.

Giorgio5819

Mer, 25/12/2019 - 19:06

Bastardi.