Il leghista Candiani aggredito da truffatori alla Fiera di Bologna

Stefano Candiani, sottosegretario al Viminale, stava filmando i giocatori delle tre campanelle all'esterno del suo stand al Cosmoprof, a Bologna-Fiere. Ferita anche la madre del leghista. Gli autori del gesto sono stati identificati e denunciati

Il leghista Candiani aggredito da truffatori alla Fiera di Bologna

Il sottosegretario al ministero dell'Interno Stefano Candiani, è stato aggredito al Cosmoprof (Salone internazionale della cosmesi di Bologna) davanti allo stand della sua famiglia, che nella provincia di Varese produce packaging per cosmetici.

L'esponente della Lega, come riportato da Il Resto del Carlino, stava filmando con il cellulare cinque persone (tutte dell'Est Europa) impegnate nella truffa delle tre campanelle proprio all'interno dei padiglioni dove si stava svolgendo la kermesse dedicata alla bellezza professionale.

Quando i truffatori si sono accorti di essere filmati hanno reagito in malo modo, spintonando il politico del Carroccio e anche sua madre 74enne, che è caduta battendo la testa. La donna è stata immediatamente soccorso a portata in ospedale: ha riportato un trauma cranico con 10 giorni di prognosi.

I malviventi, dunque, hanno cercato di fuggire, ma sono stati inseguiti da Candiani e bloccati, quindi, da alcuni agenti di polizia. "Era già successo in passato che ci fossero truffatori di questo tipo al Cosmoprof – racconta il sottosegretario –, perché evidentemente c'è mercato e il gioco d'azzardo è penalmente irrilevante. Ringrazio la polizia per il lavoro fatto, spero non venga frustrata ora dalle azioni conseguenti. Dobbiamo inasprire le sanzioni: è gente violenta e pericolosa".

Commenti

Grazie per il tuo commento