Lotteria Italia, il “caso Ferno” si tinge di giallo: 3 premi nello stesso paese

Tre biglietti quasi consecutivi hanno portato fortuna alla cittadina del Varesotto: può capitare solo in 1 caso su 2,6 miliardi di miliardi. Il Codacons vuole chiarezza e ha presentato istanza ai Monopoli di Stato e alla Guardia di Finanza affinché venga sospesa l’assegnazione dei premi e si facciano le dovute verifiche

Quante probabilità ci sono che tre premi di terza categoria da 20mila euro l’uno della Lotteria Italia vengano assegnati tutti nella medesima città grazie a biglietti quasi consecutivi? Poche, pochissime. E il Codacons a questo punto vuole vederci chiaro.

Il fortunato comune in questione è Ferno, in provincia di Varese, dove abitano poco meno di 7000 persone.

Nel mirino dell’associazione che tutela i consumatori ci sono tre biglietti che con ogni probabilità sono stati staccati dallo stesso blocchetto dato che sono contrassegnati da numeri vicinissimi tra loro: P474343, P474346, P474348.

Si tratta di un caso che, fa sapere il Codacons, in base alle leggi della probabilità può verificarsi una volta su 2,6 miliardi di miliardi.

Il Codacons ha quindi presentato oggi formale istanza ai monopoli di Stato e alla guardia di finanza affinché sia sospesa l’aggiudicazione dei premi in attesa delle dovute verifiche.

Se la vicenda non fosse riconducibile alla dea bendata, tutte le estrazioni dell’Epifania potrebbero risultare viziate.

"Ogni anno il Codacons presenzia le operazioni di estrazione dei biglietti vincenti della Lotteria Italia, e non abbiamo rilevato intoppi, errori o anomalie durante le procedure di estrazione dello scorso 6 gennaio" spiega il presidente Carlo Rienzi.

Ma i punti interrogativi restano. "Il caso di Ferno – afferma Rienzi - nonostante sia matematicamente possibile, fa sorgere legittimi dubbi e pertanto presentiamo oggi una formale istanza ai Monopoli di Stato e alla Guardia di Finanza affinché svolgano le dovute verifiche sulla vicenda e forniscano risposte precise al Codacons e ai cittadini, sospendendo temporaneamente l’assegnazione dei premi della Lotteria Italia in modo da garantire piena trasparenza e correttezza agli utenti dei giochi a premio".

Il Codacons nella sua nota ha voluto diffondere anche una elaborazione statistica realizzata dal prof. Salvatore Bonsangue, docente di matematica ed esperto di statistica e probabilità, relativa alla possibilità che su tre biglietti vincenti escano la stessa lettera e le stesse prime cinque cifre. Il risultato parla da sé.

La medesima lettera ha 1/20 di possibilità di uscire, mentre per ogni cifra è di 1/10. Pertanto la possibilità che escano le stesse cifre sui primi cinque biglietti estratti è di 1 su 100mila. Una lettera con le medesime prime cinque cifre ha (per ogni biglietto) 1 possibilità di uscire su 2 milioni.

Le possibilità che siano estratti 3 biglietti aventi la stessa lettera e le stesse prime cinque cifre sul totale dei biglietti venduti è pari a circa 1 su 2,6 miliardi di miliardi.

Dunque o Ferno ha avuto un gran colpo di fortuna o qualcosa non torna.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mer, 08/01/2020 - 18:51

SOLO POCO PIU' DI 4 VOLTE DELLA POSSIBILITA' DI VINcERE AL SUPER ENALOTTO,CHE DIAMINE!!XD

Epietro

Mer, 08/01/2020 - 19:04

Cosa volete che sia, si sono sbagliati a stampare perché avevano fretta.