L'ultima protesta di Efe Bal: sei ore in piedi su una scala davanti all'Agenzia delle Entrate

Il trans ha protestato contro una cartella esattoriale da quasi 700mila euro

Sei ore in piedi, su una scala davanti all’Agenzia delle Entrate di Milano, per protestare contro una cartella esattoriale da quasi 700mila euro e portare avanti la battaglia per la legalizzazione della prostituzione. È questa l’ultima "impresa" di Efe Bal, il trans che da tempo tenta di cambiare la legge in Italia sul tema. "Alle 5 di stamattina mi sono presentata con una scala davanti all’ingresso dell’Agenzia e sono rimasta lì in cima fino alle 11. Poliziotti e dipendenti sono stati gentili con me, mi hanno consigliato di non spogliarmi perché altrimenti avrei commesso un reato. Alla fine il direttore mi ha invitata a prendere un caffè nel suo ufficio", ha raccontato Efe Bal. Dopo un controllo sanitario del 118, la escort è tornata a casa. "La prossima volta, però, andrò davanti a una chiesa. È colpa del Vaticano se la prostituzione non viene legalizzata", ha annunciato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

michele lascaro

Mar, 07/10/2014 - 12:01

Quante esibizioni per far notare la propria esistenza!