Il medico del 118 è "troppo lento" 30enne lo aggredisce con pugno

In stato di agitazione, l'uomo ha aggredito il medico che aveva risposto con qualche minuto di ritardo alla sua richiesta

Il medico del 118 è "troppo lento" 30enne lo aggredisce con pugno

Ha aggredito con un pugno il medico del 118 in piena notte a Cirò Marina (Crotone). E solo perché non avrebbe risposto celermente alla chiamata.

Tutto e successo la notte scorsa, intorno alle 2,30, quando un 30enne ristoratore si è presentato con un parete nell'ambulatorio della guardia medica della cittadina. Il medico di turno, però, non era presente perché impegnato in una visita domiciliare urgente. Così l'uomo, in palese stato di agitazione, ha prima bussato violentemente contro la porta dell'ambulatorio e poi si è rivolto al presidio del 118 che era proprio lì accanto. Anche in questo caso ha provato ad allertare i sanitari bussando con forza sulla porta. Ma quando uno dei medici gli ha aperto, il 30enne gli si è scagliato contro sferrandogli un pugno in piena faccia, accusandolo di aver impiegato troppo tempo per rispondere.

Visto lo stato dell'uomo, il medico ha cercato di afferrarlo per calmarlo, ma entrambi sono finiti a terra, con il giovane che continuava a scalciare. Solo l'intervento degli infermieri ha permesso al medico di sfilarsi dalla presa dell'uomo e soccorrere - finalmente - il parente che stava male. Non prima però di chiamare il 112 e chiedere l'intervento dei carabinieri.

La vicenda si è conclusa con il ristoratore in manette (poi trasferito ai domiciliari in attesa del rito per direttissima) e il malato trasferito in ospedale per accertamenti insieme al medico, curato per trauma al volto e alla mandibola.

Autore

Commenti

Caricamento...