Cronache

Sbarchi, nessuna tregua: 500 clandestini a bordo di navi ong

Dopo una tregua dovuta al maltempo sono ripresi in pieno gli sbarchi. Ecco la situazione (critica) sulla coste e sulle isole italiane

Sbarchi, nessuna tregua: 500 clandestini a bordo di navi ong

Sono poco meno di 500 i migranti a bordo di navi delle ong salvati nel Mediterraneo centrale in condizioni rese difficili dal meteo. Solo nella giornata di ieri, martedì 2 novembre, Sea-Eye 4 e Rise Above di Mission Lifeline hanno recuperato 325 clandestini in cinque operazioni di soccorso. Tra queste ci sono 153 bambini e 31 donne. Le ong hanno fatto sapere: "Insieme, gli equipaggi delle nostre navi sono stati in grado di salvare 325 vite in 5 operazioni di salvataggio; 153 bambini erano tra i sopravvissuti. Ora sono nelle mani dei nostri premurosi soccorritori".

Continue richieste di salvataggio

Ma in mare c'è anche la Ocean Viking di Sos Mediterranee che sempre ieri, in due salvataggi diversi, ha preso a bordo 139 clandestini. Come se non bastasse, una barca con altri 75 immigrati a bordo si trova alla deriva nel Mediterraneo centrale. I migranti avrebbero informato di trovarsi tra onde alte e forte vento. Alarm Phone ha scritto su Twitter: "Siamo in contatto con 75 persone in pericolo che sono nel panico. Le autorità sono informate e devono lanciare un'operazione di soccorso immediatamente. Non lasciatele annegare". Intanto sono 48 gli stranieri sbarcati nelle scorse ore nel porto di Crotone.

I migranti, fra cui tre donne e una bambina, si trovavano su una imbarcazione alla deriva al largo delle coste crotonesi, quando sono stati intercettati dalla Guardia di Finanza che, insieme alla Guardia Costiera, li ha traportati fino al porto. I migranti, in prevalenza pakistani ma anche iraniani, iracheni, tagiki e bengalesi, sono stati identificati e quindi assistiti dagli operatori sanitari. Subito dopo le operazioni di identificazione, sono stati tutti trasferiti nel centro accoglienza di Isola Capo Rizzuto dove dovranno restare per la quarantena fiduciaria.

Il maxi sbarco a Lampedusa

Un altro maxi sbarco è avvenuto a Lampedusa. Un barcone con 111 persone a bordo, tra cui 2 donne e 2 minori, provenienti da Marocco ed Egitto, è stato intercettato dalle motovedette della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza a circa 8,5 miglia dall'isola. I migranti sono stati trasbordati e l'imbarcazione è stata lasciata alla deriva. Dopo l'arrivo al molo Favaloro e i primi controlli sanitari, sono stati tutti trasferiti nell'hotspot di contrada Imbriacola, dove al momento si trovano 266 ospiti. La capienza massima sarebbe invece di 250 posti. Dopo una tregua dovuta alle condizioni meteo avverse, sulla più grande delle Pelagie sono ripresi gli approdi. Infatti, dalla scorsa domenica sono 411 i migranti arrivati con 15 diversi sbarchi.

Commenti