Migranti festeggiano il permesso di soggiorno, ma finisce in rissa

A Belluno due africani si sono affrontati a bottigliate e mazzate in testa al termine di una festa per celebrare l'ottenimento del permesso di soggiorno

Migranti festeggiano il permesso di soggiorno, ma finisce in rissa

Volevano festeggiare il conferimento del permesso di soggiorno, finalmente ottenuto dopo un'attesa che sembrava interminabile.

Eppure la festicciola organizzata dai profughi ospitati nel centro di soggiorno di via Lungardo a Belluno è finita malissimo, con teste spaccate e bottigliate. Ieri sera al calare del sole, racconta il Gazzettino, un profugo nigeriano di trent'anni ha deciso di celebrare quello che vive come un sospirato traguardo: il documento che finalmente sancisce il suo diritto di stare in Italia e non più da irregolare.

Così ha preso il telefono e ha invitato alcuni amici distribuiti nelle varie strutture d'accoglienza dei Comuni vicini per una bicchierata in compagnia. Proprio sul più bello, però, qualcosa è andato storto e pare che all'arrivo di due stranieri ospitati nelle strutture dell'Alpago e di Trichiana la situazione sia degenerata in una maxi-rissa.

Due africani hanno iniziato a litigare per ragioni ancora da verificare e uno dei due si è accanito sul rivale prima con una bottiglia e poi addirittura con un pezzo di ghisa. I carabinieri immediatamente accorsi hanno trovato un pezzo di metallo insanguinato e i contendenti che si erano appena separati.

Come mesta conclusione della serata, uno straniero è finito all'ospedale e l'altro è trattenuto in osservazione.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento