Modena, nigeriani senza biglietto aggrediscono controllori sul treno

Gli stranieri si sono rifiutati sia di pagare, che di declinare le proprie generalità per evitare di essere multati: aggressivi anche nei confronti dei poliziotti, sono risultati tutti regolari ed incensurati

Modena, nigeriani senza biglietto aggrediscono controllori sul treno

Arriva da Modena la notizia dell'ennesimo caso di violenza perpetrato ai danni del personale operativo a bordo di un treno da parte di cittadini stranieri che viaggiavano tranquillamente pur se sprovvisti di regolare titolo di viaggio.

Stando a quanto riportato dalla stampa locale che ha fornito i pochi dettagli della vicenda, tutto si sarebbe svolto durante la notte della scorsa domenica 2 febbraio.

Protagonisti in negativo della vicenda 3 uomini di nazionalità nigeriana, a quanto pare tutti in possesso di regolare permesso di soggiorno e risultati incensurati. Gli extracomunitari, che usufruivano gratuitamente della corsa a bordo di un Intercity diretto a Milano centrale, in quanto sorpresi senza biglietto, sono stati sottoposti alle consuete verifiche da parte dei controllori di Trenitalia, così come tutti gli altri passeggeri che si trovavano sul convoglio in quel momento.

Quando gli operatori, tuttavia, si sono trovati ad avere a che fare con gli stranieri, la situazione è diventata fin da subito decisamente più tesa. Questi ultimi infatti non solo non erano in possesso del titolo di viaggio, ma si rifiutavano di fornire i documenti o di declinare le proprie generalità, così da consentire ai controllori di redigere l'apposito verbale e comminare loro la prevista sanzione amministrativa.

Oltre al rifiuto a pagare per la corsa ed a farsi identificare, gli africani hanno iniziato a diventare particolarmente ostili ed aggressivi nei confronti degli operatori di Trenitalia i quali, per evitare inutili rischi, hanno deciso di contattare direttamente le forze dell'ordine della città di Modena, dove l'Intercity si sarebbe a breve dovuto fermare per far salire a bordo altri passeggeri diretti verso Milano.

Ad attendere l'arrivo del convoglio una pattuglia della squadra volanti della questura di Modena, che sono saliti a bordo nonappena il treno ha arrestato la propria corsa.

Raggiunta la carrozza indicata dai controllori, anche i quattro agenti impegnati nell'operazione si sono trovati ad affrontare la forte ostilità da parte degli extracomunitari, che a fatica sono stati ricondotti a più miti consigli.

Dopo esser scesi a terra, quindi, i nigeriani sono finiti negli uffici della locale questura per le consuete operazioni di identificazione ed incriminazione: tutti i fermati sono risultati, oltre che incensurati, regolari dul territorio nazionale. Secondo quanto fino ad ora emerso, i passeggeri abusivi se la sono cavata con una semplice segnalazione per il rifiuto a fornire le proprie generalità.

Commenti

Grazie per il tuo commento