Mussolini rimane cittadino onorario di Salò

Lo ha deciso a maggioranza il consiglio comunale della città lombarda che ha respinto una mozione di un gruppo dell’opposizione, che chiedeva il ritiro del titolo onorifico al Duce

Benito Mussolini resterà un cittadino onorario di Salò, il comune in provincia di Brescia che diede il nome alla Repubblica Sociale Italiana, il regime nazi-fascista esistito tra il settembre 1943 e l'aprile 1945. Lo ha deciso ieri sera a maggioranza il consiglio comunale della città lombarda che ha respinto una mozione di un gruppo dell’opposizione. La piazza davanti al municipio è stata blindata per motivi di sicurezza dagli agenti.

La mozione che richiedeva la revoca della cittadinanza onoraria a Mussolini è stata presentata dal gruppo Salò Futura. La proposta è stata quindi respinta con 14 voti contrari e 3 favorevoli, questi ultimi proprio quelli di Salò Futura. Come riporta il Giornale di Brescia, hanno detto di no i dodici consiglieri di maggioranza che sostengono il sindaco Giampiero Cipani, in particolare la lista civica Progetto Salò e insieme a loro hanno votato le due esponenti del gruppo di minoranza Insieme per Salò, ovvero Marina Bonetti e l’europarlamentare leghista Stefania Zambelli. In sostanza, resta dunque in vigore l’onorificenza attribuita nel 1924, come è stato negli ultimi 96 anni.

La maggioranza ha definito questa mozione “strumentale e anacronistica”. Il gruppo Progetto Salò ha sottolineato in post su Facebook che “l’unico modo, secondo noi, per debellare l’ideologia sbagliata del Fascismo è dimostrare con i fatti che la nostra idea di Stato, liberale e democratico, è quella giusta”. E ha spiegato che per fare questo occorre lavorare in modo serio e ascoltare in modo paziente chi la pensa diversamente. Inoltre, secondo Progetto Salò “mortificare l’avversario vinto, infierire su di lui, non lo elimina, ma lo rigenera” e revocare la cittadinanza onoraria a Mussolini “serve solo a rimestare sentimenti di odio e rivalsa nocivi alla pacifica convivenza della nostra comunità”. Il gruppo consiliare di maggioranza ha poi aggiunto che voterebbero a favore di questa mozione solo i politici che sono preoccupati di perdere consensi.

Anche poco meno di un anno fa il comune bresciano aveva rigettato la mozione di un consigliere di opposizione che chiedeva la revoca della cittadinanza onoraria a Benito Mussolini. Allora era stato Stefano Zane, esponente della lista civica Scelgo Salò, il quale aveva appunto chiesto il ritiro del titolo onorifico al Duce. Il sindaco Cipani aveva detto che la questione creava un clima di tensione perché era in corso la campagna elettorale e doveva quindi essere affrontata dalla successiva amministrazione comunale.

Commenti

maurizio50

Ven, 14/02/2020 - 12:05

Probabilmente quelli che volevano la revoca per il Duce avrebbero preferito l'assegnazione in favore del Maresciallo Joseph Broz Tito!!!

Lugar

Ven, 14/02/2020 - 12:19

Il comportamento sbagliato delle sinistre, porrà la figura di Mussolini come un eroe sacrificato al volere dell'allora potere.

colomboitaliano

Ven, 14/02/2020 - 12:21

ma sono scemi ??? anche sé tolgono la cittadinanza onorario, non cancellano che Mussolini ha visuto li, che la citta ha dato il nome alla RSI. Se vogliono realmente cancellare tutto, devono cambiare il nome della citta e radere al suolo un sacco di edifici.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Ven, 14/02/2020 - 12:26

E ci voleva pure......

dredd

Ven, 14/02/2020 - 12:27

Certo che questi sono i veri problemi

jaguar

Ven, 14/02/2020 - 12:48

Tapiro d'oro per i kompagni di Salò.

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Ven, 14/02/2020 - 13:11

strano che non l'avessero tolta quando, a fine guerra, si dimostrò in modo cristallino che fu prima di tutto un criminale ed un irresponsabile (ed anche parecchio inetto a giudicare dalle condizione in cui lasciò l'Italia quando scappò). Tra i tanti, uno dei più gravi fu quello di aver scatenato la guerra civile solo per consentire ai tedeschi di fare i loro porci comodi contro la popolazione italiana inerme.

maurizio-macold

Ven, 14/02/2020 - 13:20

Un criminale di guerra nominato cittadino onorario: vergogna ai cittadini di Salo'! Chissa' se in Germania anche Hitler ha una onorificenza del genere, cosi' come Stalin e Tito ed altri dittatori e criminali.

buonaparte

Ven, 14/02/2020 - 13:21

salo è conosciuta nel mondo solo per il duce e questo gli ha portato un sacco di benessere visto che moltissimi per non dire milioni negli anni sono venuti da quelle parti per il duce e d'annunzio. NON SI SPUTA NEL PIATTO DOVE SI MANGIA..il duce non centra con i morti della seconda guerra mondiale - il parlamento dopo un lungo studio bipartisan ha decretato con una votazione il 19 settembre che la colpa della seconda guerra mondiale e dei suoi morti sono di hitler e stalin che con il famigerato patto ribentrof-molotov hanno dato inizio alla seconda guerra mondiale ..l'entrata in guerra dell'italia che era neutrale è stata voluta dal re e dagli industriali italiani .. vorrei ricordare che nella prima guerra mondiale ci sono stati 660.000 morti su una popolazione di 37 milioni di italiani ,mentre nella seconda guerra i morti sono stati 480.000 su una popolazione di 48 milioni.e ecc.

anita_mueller

Ven, 14/02/2020 - 13:29

Questa è veramente una vergogna: quest'uomo (e i cittadini italiani che lo votarono portandolo al potere) è la causa del karma negativo sta soffrendo l'Italia. La stessa cosa avrei detto di un esponente del partito cominista come Stalin o Lenin.

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 14/02/2020 - 13:37

Sono contento, negare la storia è "un crimine", qualunque essa sia.

Calmapiatta

Ven, 14/02/2020 - 13:41

Mussolini, ormai, è storia. Come lo Sono Napoleone, Cesare e Stalin. Tra 2 anni saranno passati 100 anni, un secolo, dalla marcia su Roma. Nel frattempo, il mondo ha girato su se stesso vorticosamente. solo noi siamo rimasti fermi. Inchiodati, da una sx retrograda e senza idee, in un loop temporale senza fine.

Ritratto di navigatore

navigatore

Ven, 14/02/2020 - 14:00

che dopo 75 anni si abbia ancora paura o tirare in ballo lo spauracchio del FASCISMO, è semplicemente pura idiozia politica, ma del COMUNISMO...tutto tace ??

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Ven, 14/02/2020 - 14:40

Anita, ma ce lo fai capire pure a noi persone razionali e pratiche che cosa sarebbe questo :" karma negativo che sta soffrendo l' Italia"? Spiegati, non stai mica scrivendo in un blog di hare krisha, krisha hare !

27Adriano

Ven, 14/02/2020 - 14:46

Mi fa piacere. Mi dispiace per i rossi nazikomunisti che saranno...neri dalla rabbia... Magari si daranno da fare per concedere la cittadinanza onoraria al criminale tito per il massacro degli Italiani nelle foibe!!

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 14/02/2020 - 15:30

@maurizio-macold: Vai a fare un giretto a Cavriago (RE), lì c'è ancora ad oggi un busto di tal Lenin in un giardino pubblico. E come non ricordarti le varie vie intitolate a Stalin (via Stalingrado), via Lenin ecc... ecc... Mi pare di aver letto da qualche parte che anche questi due personaggi siano stati criminali dell'umanità, perciò vergogna ai kompagni italiani che onorano tali orrori.

Miky_Launio

Ven, 14/02/2020 - 15:42

Comq un applauso all'utente che si firma come #Buonaparte (non oso immaginare quale sia la parte cattiva),sostiene che il duce non c'entri una mazza coi morti della seconda guerra mondiale, e che a portare in guerra il Belpaese furono il re e gli industriali.Mai sentita un'idiozia simile. Almeno diamo al duce quel che fu del duce. Un dittatore che non "dittatoreggia" subito sia mai esistito. Interessante pure quando come un algido statistico sostiene che tutto sommato il secondo conflitto, rispetto al primo, ha seppelltio meno italiani. Un'esperienza da ripetere, quindi. Magari nella terza siamo più propensi alla morte e riusciamo a migliorare le percentuali. Fantastico. verrebbe quasi voglia di conoscerlo di persona.Credo che la libertà di pensiero, non sia sparare fregnacce come se non ci fosse un domani, ma spendere il sacrosanto diritto di attingere da più fonti possibili, rendendo il pensiero stesso qualcosa di più sostanzioso e strutturato di una semplice intuizione.

Mur

Ven, 14/02/2020 - 16:11

Mussolini fu colui che decise l'entrata in guerra a fianco del suo alleato Hitler, colui che dichiarò guerra alla Francia nel giugno del 1940 perché credeva nella guerra lampo e voleva sedersi senza fatica al tavolo dei vincitori colui che inviò soldati male armati e male equipaggiati in Russia, causando la morte di circa 100.000 soldati italiani, colui che accettò che la Germania trattenesse i soldati italiani dopo l'armistizio del 1943 usandoli come forza lavoro coatta, schiavi di guerra sfiniti da condizioni disumane,

Mamie

Ven, 14/02/2020 - 16:19

Cara ANITA ANNI FA AVEVO UNA TENUTA NEI PRESSI DI REGGIO EMILIA,20 GRUPPI DI MEZZADRI,TUTTI FASCISTI CON FIGLI CHIAMAITI BENITO.DOPO LA GUERRA GLI STESSI ERANO TUTTI COMUNISTI DA SEMPRE,COSÌ LORO DICONO FASCISTI E COMUSTI SONO TUTTI UGUALI HANNO SLOLO CAMBIATO COLORE

maurizio-macold

Ven, 14/02/2020 - 16:27

Signor ARESFIN (15:30), nel Foro Italico a Roma c'e' un obelisco piuttosto alto con la scritta "Mussolini": c'e' da prima della seconda guerra mondiale e fa parte della storia d'Italia e nessuno, sia di dx che di sx, si e' mai sognato di criticarne la presenza. Ma nominare OGGI cittadino onorario Mussolini e' una cosa diversa, e' disprezzo per le centinaia di migliaia di persone morte per causa sua. E' come se al giorno d'oggi dedicassimo onorificenze a Hitler, oppure a Stalin oppure a Tito o ad altri dittatori e criminali. E se fossi un cittadino di Salo' mi vergognerei. Signor ARESFIN, c'e' un limite alla decenza e lei se lo deve porre: non si possono osannare i criminali altrimenti li si giustificano.

buonaparte

Ven, 14/02/2020 - 17:09

micky-leggiti i giornali inglesi ed americani dell'epoca cosa dicevano di mussolini-carteggio churcill?per quale motivo pensi che churcill avesse mandato i suoi a prenderlo?perchè la posizione del duce sul conflitto e sugli alleati era una altra-nella shoah morirono 6,219 ebrei italiani-tutti presi dopo il settembre 43 quando non cera piu il duce arrestato dal re-comandava il re che firmò la dichiarazione di guerra spinto dai grandi industriali che facevano la spola nell'ufficio del duce per convincerlo. il duce era contrario all'inizio-gli ebrei deportati furono tutti presi dopo settembre 43 quando l'italia era passata sotto i tedeschi consegnata dal re con l'armistizio-la stessa segre fu catturata a fine 43 mentre cercava di raggiungere la svizzera-dal 38 gli ebrei erano solo stati estromessi dai lavori pubblici per compattezza delle stato-rare persone erano state nei campi di concentramento-ricordo che gli italiani in inghilterra furono rinchiusi nel 40 in campi di concentramento

mozzafiato

Ven, 14/02/2020 - 17:26

CLASTIDIUM...ed ecco a voi un altro "storico di campagna" che ci spiega diligentemente la figura di Mussolini! Guarda kompagno che la barzelletta che ci hai raccontato, la conosciamo : è vecchia! È quella che tu e gli attuali beccamorti rossi ci raccontate da decenni e che continuano a raccontare senza curarsi di apportare le necessarie correzioni per conoscere l'unico verità su quell'uomo e sul vituperato periodo fascista, soprattutto con riferimento alla mole di azioni ed opere che andarono nella direzione del bene dell'Italia e degli italiani.

Mamie

Ven, 14/02/2020 - 18:22

BUONAPARTE CERTAMENTE TU DURANTE LA GUERRA NONERI NEL REGNO UNITO Nei campi venivano rinchiusi solo persone segnalate pericolose,normalmente la gran parte degli italiani venivano assegnate a famiglie inglesi La mia famiglia,italiana è vissuta sempre nella nostra casa di Londra senza alcun problema anzi persino noi abbiamo ospitato un italiano per il periodo della guerra Non basta leggere i giornali ,bisogna vivere i fatti di persona

Libertà75

Ven, 14/02/2020 - 18:26

aldilà del merito, voglio solo rilevare che ad altro non pensano le sinistre, sprecano 20 anni di politica a parlare di antifascismo anziché di socialismo... non hanno più nulla da dare se non il loro vuoto morale che le costringe a parlare di contenitori e non di contenuti

krgferr

Ven, 14/02/2020 - 18:35

Quando le cose vanno male e non si ha idea su come migliorarlo ci si rivolge alla magia od alla fede oppure se di ciò non si è mai sentito parlare si inventa qualcosa di semplice di cui intestarci il merito. Indubbiamente siamo, tra virus e crisi economica in una situazione non proprio favorevole e, di fronte alla consapevolezza di non saper cosa fare e che comunque non si saprebbe come farlo, si inventano fior di stupidaggini tanto per marcare il territorio, un po’ così come fanno i cani, sperando che qualcuno ci creda e questo sarebbe già un successo; il problema della cittadinanza al fu duce è tale da inorgoglire lo sciocco che potrà vantare il proprio coraggio rivoluzionario e non disturbare quello che sciocco lo è dimeno e che non ha tempo da perdere. Insomma fa fine e non impegna. Saluti. Piero

paco51

Ven, 14/02/2020 - 18:52

maurizo, non sapevo che fosse un criminale di guerra!