Napoli, raid contro casa di un pregiudicato: esplosi 9 colpi verso la camera da letto

Si sono vissuti attimi di autentico terrore, la scorsa notte, a Napoli, in via Carbonara, a pochi passi dalla chiesa di San Giovanni a Carbonara. Un terribile raid intimidatorio che ha fatto sobbalzare dal letto i residenti del popoloso quartiere napoletano. Obiettivo del raid è Alberto Volpe, 39 anni, uomo ritenuto vicino al clan Sibillo. La ricostruzione dell’accaduto afferma che, al momento degli spari, Volpe, era fuori dall’abitazione, in compagnia della moglie. In casa erano presenti solo i figli e la madre. Quest’ultimi affermano che, trovandosi in un altro punto della casa, non si sarebbero accorti di nulla. Al momento del rientro, la coppia ha trovato i proiettili nella camera da letto.

Il ritrovamento è stato effettuato dai carabinieri della Compagnia Stella e quelli della Scientifica del Comando Provinciale per i rilievi.