Niente soldi dai disabili: ladri si accontentano di tacchino e mortadella

I ladri hanno forzato la porta di ingresso e dopo aver messo a soqquadro un laboratorio e la ludoteca, non trovando nulla di prezioso da portare via, si sono accontentati di qualche fetta di tacchino e mortadella

"Che se ti accontenti godi, così così", cantava Luciano Ligabue in "Certe notti". E così è andata anche per i ladri, che la scorsa notte hanno tentato di svaligiare i locali dell'associazione Spes, di Ventimiglia, in provincia di Imperia, che da anni ormai si occupa di assistere i disabili e le loro famiglie. Difficile pensare quale tesoro avessero potuto trovare nei locali di corso Limone Piemonte, visto che l'associazione vive in gran parte della solidarietà della gente.

E infatti, non trovando nulla di prezioso, neppure un computer o qualche spicciolo lasciato su un tavolo, i soliti ignoti si sono mangiati la mortadella e il tacchino che un dipendente aveva messo nel frigo come spuntino da consumare durante la giornata. Quindi, sono usciti e se ne sono andati. Sul caso sta ora indagando la polizia del locale commissariato.

Stamattina la Scientifica ha effettuato un sopralluogo alla ricerca di indizi che possano condurre ai colpevoli. Forte il segno di condanna da parte di Matteo Lupi, presidente della Spes, che così commenta l'accaduto: "È semplicemente un danno morale e la preoccupazione che non si abbia più rispetto neppure per un luogo frequentato dalle persone più fragili della società. Mi auguro che non succedano più fatti del genere".

Dopo aver forzato la porta di ingresso, i ladri hanno messo a soqquadro il laboratorio di decoupage e la ludoteca, quindi hanno aperto un piccolo frigorifero, trovando quel po' di cibo che hanno mangiato in fretta, scappando subito dopo e dileguandosi nel buio della notte. Potrebbe trattarsi degli stessi soggetti entrati, a distanza di poche ore, nelle vicine scuole materne e che, un paio di giorni fa, fa hanno portato via delle sedie da una bocciofila.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.