Nigeriano dà in escandescenze e aggredisce capotreno e carabinieri

All'uomo, pizzicato senza biglietto sul treno Padova-Rovigo, i carabinieri hanno anche trovato addosso 10 grammi di marjuana. Nonostante avesse precedenti di aggressioni è stato arrestato ma rilasciato subito dopo, in attesa del processo

Un brutto pomeriggio quello trascorso 2 giorni fa dai pendolari della tratta Padova-Rovigo. Un nigeriano di 35 anni infatti è salito sul treno sprovvisto del biglietto di viaggio e, quando il capotreno lo ha pizzicato, ha iniziato ad insultarlo lanciandogli addosso delle monetine a mò di derisione. Al capotreno, spintonato e minacciato dall'africano, non è rimasto altro da fare che fermare il mezzo e chiamare i carabinieri.

L'arrivo pressochè immediato dei militari però, anzichè riportare il 35enne a più miti consigli, lo ha reso ancora più nervoso, al punto da essersi scagliato anche contro le forze dell'ordine che hanno faticato non poco per farlo scendere dal treno. La successiva perquisizione del nigeriano ha fatto venire alla luce anche 10 grammi di marjuana, che lo straniero teneva con sè.

Inevitabili sono scattate le manette ai polsi del 35enne che dovrà rispondere di interruzione di pubblico servizio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nonostante l'uomo avesse sul groppone una denuncia per aver aggredito un altro capotreno nel luglio scorso, il magistrato di turno lo ha rilasciato in attesa del processo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

justic2015

Mer, 23/01/2019 - 20:19

Poco fa una donna nigeriana escandescenza pochi minute piu tardi un uomo nigeriano in escandescenze poi un senegalese poi un gabbiano poi un peruviano poi la lista continua eccetera eccetera il paese del Bengodi la vergogna del pianeta.