Cronache

La nuova Miss Universo fu accusata di razzismo

Demi-Leigh Nel-Peters è la nuova Miss Universo. Nel suo passato una rapina e l'accusa di razzismo quando venne eletta miss Sudafrica

La nuova Miss Universo fu accusata di razzismo

Sudafricana, 22enne, esperta di autodifesa: è Demi-Leigh Nel-Peters, nel 2017 incoronata miss Sudafrica e ora eletta come la nuova Miss Universo.

La vittoria e la polemica

Una vittoria arrivata superando miss Colombia Laura Gonzalez e miss Giamaica Davina Bennett. La 22enne ha spiccato su tutte per il suo impegno nella difesa per le donne. Infatti a soli 22 anni e vittima di una rapina organizza corsi per l'autodifesa femminile. Ciononostante non è stata esente da polemiche.

Pochi mesi fa è finita al centro di una bufera mediatica. La ragazza è stata criticata per aver indossato dei guanti bianchi in lattice durante una visita a diversi bambini malati di Hiv a Johannesburg. Demi-Leigh Nel-Peters è finita così al centro di una polemica: in molti non hanno digerito di aver vista servire pasti agli orfani di Soweto con i guanti. L'accusa è da subito stata chiara: razzismo. Lei si è immediatamente scusata anche se ha spiegato di aver tenuto i guanti per motivi di igiene, come si legge su La Repubblica.

Commenti