Open Arms, le toghe preparano l'assalto: aperto un fascicolo per sequestro

La procura di Agrigento apre un fascicolo contro ignoti per sequestro di persona, violenza privata e abuso d'ufficio nei confronti dei migranti a bordo della Open Arms

Open Arms, le toghe preparano l'assalto: aperto un fascicolo per sequestro

La Open Arms è ancora bloccata al largo di Lampedusa, ma i magistrati già preparano l'assalto. La procura di Agrigento ha infatti aperto un fascicolo per sequestro di persona e violenza privata e abuso d'ufficio nei confronti dei migranti a bordo.

Al momento l'inchiesta è aperta nei confronti di ignoti, ma non è escluso che nel mirino finisca il ministro dell'Interno che ha tentato in tutti i modi di non far entrare la nave della Ong in acque italiane.

L'imbarcazione è in mare da ormai 15 giorni in attesa di un porto per lo sbarco. Mercoledì scorso il Tar del Lazio ha sospeso il divieto di ingresso in acque italiane e gli attivisti si sono diretti verso Lampedusa, senza però ottenere (per ora) l'autorizzazione all'attracco. Ne è nato un duro scontro tra Matteo Salvini e i ministri grillini Elisabetta Trenta e Danilo Toninelli.

L'inchiesta è un "atto dovuto" dopo che sono stati presentati alcuni esposti in procura. Uno è stato depositato dai giuristi democratici che contestano la condotta del prefetto Dario Caputo che - secondo loro - non rispetterebbe l'ordinanza del Tar. Un'altra denuncia è stata presentata invece proprio dall'ong spagnola Proactiva Open Arms "per ribadire quanto già chiesto lo scorso 10 agosto, considerando il peggioramento delle condizioni sulla nave", come spiegano i legali all'agenzia Adnkronos.

Commenti