Open Arms torna alla carica: salvati 40 migranti nel Mediterraneo

La nave dell'ong spagnola, a cinque giorni dalla ripartenza da Porto Empedocle, torna a recuperare migranti nel Mediterraneo: la Open Arms potrebbe nelle prossime ore virare verso Italia o Malta

L'Open Arms quando era ancorata a Porto Empedocle

Torna di nuovo in mare la nave Open Arms, dell’omonima ong spagnola, e nelle scorse ore si rende protagonista di una nuova operazione di recupero di migranti non lontano dalle acque libiche.

A renderlo noto su Twitter è la stesso organizzazione, la quale afferma sul proprio canale social che nella notte ha fatto salire a bordo almeno 40 persone recuperati da un barcone in avaria che poco prima lancia l’sos.

Sempre secondo l’ong spagnola, tra i 40 salvati vi è anche un neonato. A conferma dell’operazione, Open Arms posta anche un video in cui si vede un barchino con i migranti a bordo i quali indossano già i giubbotti di salvataggio. La situazione sembra calma, poco dopo le immagini mostrano probabilmente la fase successiva al soccorso, con le persone all’interno della nave battente bandiera spagnola

Si notano, in particolare, alcuni bambini avvolti da delle coperte in un ambiente coperto da alcuni teli blu.

La Open Arms torna in mare pochi giorni fa, dopo essere rimasta ancorata per più di un mese all’interno del porto di Porto Empedocle. Qui giunge a fine agosto, al termine di quello che può essere definito come l’ultimo braccio di ferro tra il governo gialloverde, che entra in crisi proprio in quelle settimane, ed un’organizzazione non governativa.

Il caso diventa mediatico e politico dopo il no, dovuto alle norme previste dal nuovo decreto sicurezza bis di recente approvazione, da parte dell’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini all’ingresso della Open Arms in Italia.

L’ong spagnola si vede però sospendere questo divieto dal Tar del Lazio, con la nave che entra in acque territoriali italiane ma che non può accedere all’interno del porto di Lampedusa. La svolta in quel caso arriva il 20 agosto, proprio nel giorno delle dimissioni di Giuseppe Conte dalla guida del suo primo governo.

Il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio vola a bordo della nave e, dopo un’ispezione, decide di porre sotto sequestro l’imbarcazione per via delle condizioni igienico sanitarie riscontrate, con la Open Arms che può quindi sbarcare i migranti in Italia.

Successivamente il mezzo viene portato sotto sequestro a Porto Empedocle, un sequestro che dura poco ma la cui fine non determina la ripartenza della nave dallo scalo agrigentino per via di un fermo della Guardia Costiera.

Il resto appartiene alla cronaca delle scorse ore ed alla strettissima attualità: la Open Arms riprende la navigazione ed ora ha a bordo 40 migranti.

Verosimilmente nelle prossime ore si dirigerà tra Italia e Malta, con il nuovo governo Conte alle prese quindi con un possibile nuovo caso riguardante le Ong. Fino ad oggi, da quando l’esecutivo giallorosso è in sella, nelle due occasioni in cui navi delle organizzazioni chiedono di entrare (in entrambi i casi si tratta della Ocean Viking dell’ong Sos Mediterranée) da Roma arriva il via libera.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

SpellStone

Lun, 07/10/2019 - 11:36

Ma non possiamo farne noi una che vira in Francia Spagna e Germania?

pascoll1

Lun, 07/10/2019 - 11:45

Se non mi sbaglio, il decreto sicurezza bis non è stato ancora abolito, perché non si procede al sequestro della nave?

Tommaso_ve

Lun, 07/10/2019 - 11:46

Vediamo di fare chiarezza. In questo momento Open Arms ha l'AIS disattivato. Perché? Forse verificarlo... no? Aggiungo, mentre la Guardia Costiera italiana stava cercando dei naufraghi al largo di Lampedusa, Open Arms era a poche miglia dal naufragio. Perché non si è fermata? Stesso dicasi per Ocean Viking, ancora più vicina.

gianf54

Lun, 07/10/2019 - 12:02

Se l'inutile Conte non si renderà conto che è diventato un burattino in mano al PD, l'Italia verrà invasa in brevissimo tempo: barchini, barconi, navi madri, ONG, Merkel, Micron, rotta balcanica, GdF che traghetta i clandestini, Guardia Costiera Idem, niente più motovedette libiche (che, peraltro sono costate soldi agli Italiani), il nostro destino è segnato.Fino a quando, però, non si passerà ad altre forme di (auto)difesa......

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 07/10/2019 - 12:27

L'"Invasione Accolta" continua!!Ricordo sempre che a Marzo 2018 il 78% di "italiani" ha confermato il suo consenso!

lisanna

Lun, 07/10/2019 - 13:02

non possono rimanere a lungo senza lavoro!! DEVONO SALVARE VITE GIA' PRONTE COL GIUBBOTTO !! PASCOLI1 non vedi che il sequestro e' una farsa? e' servito solo a far sbarcare i migranti con una scusa .ww i pm

HARIES

Lun, 07/10/2019 - 13:45

Ottimo, avanti tutta. Mi chiedo come mai queste ONG non abbiano ancora una flotta di transatlantici (i fondi non mancano). Così potrebbero attraccare su porti sicuri più grandi, tipo quelli di Taranto, Napoli e Genova. E magari, se proprio volessero allungare un po' il percorso, ci sarebbe anche Venezia.

Malacappa

Lun, 07/10/2019 - 14:05

Li porti in spagna la saranno felici di riceverli

agosvac

Lun, 07/10/2019 - 14:25

Ovviamente in Spagna non ci può andare perché in Spagna ci sono multe grossissime per le ong che fanno gli scafisti.

ettore10

Lun, 07/10/2019 - 14:33

7 Ottobre 1571: l'ultima volta che l'Europa continentale e la Chiesa d'allora si sono uniti per respingere l'invasione islamica in Europa. La battaglia di quel giorno si chiama battaglia di Lepanto, dove le forze navali europei sconfissero quelli del sultano islamico. D'allora questi invasori hanno abbandonato l'idea di conquistare l'Europa con le armi. Adesso si sono accorti che un'invasione migratoria e molto più efficiente e noi non solo non respingiamo gli invasori ma gli accogliamo a braccia aperte.

OttavioM.

Lun, 07/10/2019 - 14:40

Se prova ad entrare in Italia e il governo giallo/rosso non la fa sequestrare come prevede il decreto sicurezza bis, allora vuol dire che questo governo non vuole fare nulla contro l'immigrazione clandestina e infatti i risultati si vedono, sbarchi triplicati in un solo mese.

Ritratto di Artù007

Artù007

Lun, 07/10/2019 - 15:02

Occorre SMANTELLARLE quando arrivano al porto..almeno si darebbe un po' di lavoro agli italiani!!!

jaguar

Lun, 07/10/2019 - 15:32

Ora che il babau Salvini non c'è più approfittano della situazione, fin che dura.