Alcolizzato sequestra il fratello e l'amica, poi si addormenta

Un 37enne ha sequestrato il fratello con l'amica, per poi addormentarsi in balia dell'alcol e, risvegliato in caserma, ha cercato di aggredire anche i carabinieri

Alcolizzato sequestra il fratello e l'amica, poi si addormenta

Completamente sopraffatto dall'alcol un tunisino ha creato il panico in una casa di Padova e poi ha aggredito i carabinieri. Ali Bouthouri, 37 anni, ha prima sequestrato il fratello e l'amica, minacciandoli con un coltello, salvo poi farsi trovare addormentato all'arrivo delle forze dell'ordine. Una volta risvegliatosi in caserma ha anche provato ad aggredire i carabinieri, rimendiando solo le manette.

È stata una mattinata molto concitata quella che ha portato ieri il 37enne alcolizzato ad essere arrestato per minacce a pubblico ufficiale e violazione di domicilio aggravata. Come racconta la testata PadovaOggi, è iniziato tutto con l'irruzione a casa del fratello.

Il familiare era talmente avvilito dalle sue sortite in totale stato di ebrezza da non farlo più entrare. Questa volta, però, il 37enne è riuscito a introdursi dalla finestra e, dopo un'accesa lite, ha rivolto un coltello contro di lui e l'amica che si trovava lì in quel momento. Con la lama puntata alla gola della donna l'aggressore ha intimato ai due a non muoversi. In quella situazione di stallo, il fratello ha chiamato il padrone di casa, un padovano di 63 anni, che arrivato nell'abitazione, nonostante le continue minacce e lo stato di tensione, è riuscito a scappare insieme alle due vittime e a dare l'allarme.

Quando i carabinieri sono entrati nell'appartamento hanno trovato l'alcolizzato disteso sul divano con il coltello accanto e l'hanno trasportato in caserma dove, dopo essersi ripreso, ha tentato di aggredire anche i militari. Trascorsa la notte in camera di sicurezza, Bouthouri è stato processato per direttissima e condotto in carcere.

Commenti