Pagamento con Pos: scattano le multe

Cambiano le regole per l'uso del Pos. Tutti i professionisti dovranno dotarsi dell'apparecchio ma di fatto ci sono alcune eccezioni

Cambiano le regole per l'uso del Pos. Di fatto l'obbligo di dotarsi dell'apparecchio per il pagamento con carta da parte "di tutti i soggetti che effettuano l’attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali" potrebbe arrivare già con il decreto che dà attuazione alla direttiva europea che rivisita i costi delle commissioni. A questo punto saranno diversi i profesisonisti e gli esercenti che dovranno dotarsi del Pos, altrimenti scatta la sanzione da 30 euro. Ma chi sarà invece esonerato dall'obbligo del Pos? Di fatto, come ricorda ilSole24ore, l'esonero per imprese e prfessionisti con ricavi fino a 200mila euro è scaduto il 30 giugno del 2014. L'obbligo dunque scatterà per avvocati, commercailisti, notai e medici. Ma potrebbero essere esenati ad esempio i professionisti associati che non sono a diretto contatto con il pubblico. Inoltre potrebbe scattare anche una momentanea esclusione per tabaccai e benzinai. Le sanzioni sono salate e ammontano come detto a 30 euro per ogni pagamento non accettato con carta. Insomma sul fronte dei consumatori sta per arrivare una sostanziale novità sul fronte dei pagamenti. Una novità che cambia anche il rapporto tra esercente e cliente.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.