Africano attacca militari per evitare un controllo: il gip lo rimette in libertà

A Piacenza i carabinieri stavano effettuando dei controlli in una zona segnalata dai residenti. Uno dei militari è stato ferito in modo serio

Ancora un’aggressione da parte di un cittadino straniero ai danni delle forze dell’ordine, avvenuta stavolta a Borgonovo, piccola frazione di Monticelli d’Ongina (Piacenza). Stando alle notizie riportate, il fatto sarebbe avvenuto ieri pomeriggio, in prossimità di un cavalcavia.

In seguito alle numerose segnalazioni dei cittadini, che da tempo denunciavano nella zona una costante attività di spaccio portata avanti da alcuni extracomunitari, i carabinieri hanno deciso di effettuare dei controlli mirati. Ecco spiegato il motivo della loro presenza sul posto. La preoccupazione dei residenti si è subito rivelata fondata.

Al sopraggiungere della pattuglia dei militari, infatti, un africano è immediatamente scappato nelle vicine campagne, con l’intento di far perdere le proprie tracce. I carabinieri sono partiti al suo inseguimento, andato avanti per alcuni minuti. Una volta raggiunto, vistosi circondato, lo straniero ha attaccato rabbiosamente gli uomini dell’Arma, sferrando calci e pugni in loro direzione.

Alla fine i carabinieri sono riusciti a prevalere sul facinoroso e ad ammanettarlo, ma uno dei loro compagni, preso di mira, ha riportato numerose ferite ed è stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Fiorenzuola D’Arda (Piacenza).

Trasportato in caserma, l’extracomunitario è stato chiuso in una camera di sicurezza, mentre i militari provvedevano ad eseguire le pratiche di identificazione. Il soggetto si è rivelato essere un senegalese di 47 anni residente a Cremona, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine per altri reati legati al traffico di droga.

Stamani si è tenuto il processo per direttissima che lo vedeva come imputato ed il pubblico ministero Sara Macchetta ha richiesto che venisse applicata nei suoi confronti la misura di custodia cautelare in carcere. Ecco però verificarsi l’inatteso capovolgimento della situazione.

Il gip Fiammetta Modica, infatti, ha convalidato l’arresto ma, allo stesso tempo, ha rimesso in libertà l’africano, in attesa del prossimo dibattimento posto a rinvio come richiesto dal legale del senegalese Flavio Dallagiovanna. Quest’ultimo, infatti, ha diritto ad un breve periodo di tempo necessario per conoscere gli atti ed informarsi sul proprio assistito (termine per la difesa).

Intanto al carabiniere ferito sono stati assegnati 15 giorni di prognosi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Capellonero

Sab, 06/10/2018 - 19:54

Viva l'Italia,vengo anch'io faro' casino, storpiero'un carabiniere, tentero' una rapina....... voglio vedere quale gip mi condannera', Viva l'Italia.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Sab, 06/10/2018 - 19:55

Che cosa aspetta Salvini a mettere in atto la 'cura Erdogan' contro la magistratura degenerata? Gli mancano gli attributi?

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Sab, 06/10/2018 - 19:55

Che cosa aspetta Salvini a mettere in atto la 'cura Erdogan' contro la magistratura degenerata? Gli mancano gli attributi?

stefi84

Sab, 06/10/2018 - 20:02

Ormai ci siamo riempiti di immigrati come questo ed è difficile liberarsene, perchè gente del genere non li rivuoloe neanche il loro paese, ben felice di essersene liberati.

maricap

Sab, 06/10/2018 - 20:11

Modica, cittadella della Sicilia che "Guarda l'Afrika"

Reip

Sab, 06/10/2018 - 20:12

Beh a questo punto sarebbe da mettere in galera il gio... E’ lui il pericolo per la societa’!

adal46

Sab, 06/10/2018 - 20:22

Beh, in quanto MODICA non poteva erogare condanne meno leggere.... Evviva! L'Arma ringrazia. Il Paese anche.

Tranvato

Sab, 06/10/2018 - 20:52

Speriamo che un nutrito gruppo di nordafricani strafatti riescano a mettere le mani sotto chi dico io!E non solo le mani...

MOSTARDELLIS

Sab, 06/10/2018 - 21:04

E dov'è la novità?

Anonimo (non verificato)

VittorioMar

Sab, 06/10/2018 - 21:35

...il Ministro BONAFEDE ha una BRUTTA GATTA DA PELARE con questi "BIZZARRI" Magistrati ...!!

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Sab, 06/10/2018 - 21:59

Il gip potrebbe fare una opera di bene, portandoselo a vivere a casa sua.

Ritratto di bonoitalianoma

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 06/10/2018 - 22:59

Già noto alle forze delll'ordine, arreca grave danno ad un militare scappando per evitare un controllo, viene messo subito in libertà? Al contrario che sarebbe successo? Dentro per molti anni, multa salata e aggravante di razzismo? Stiamo superando ogni limite di decenza.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Sab, 06/10/2018 - 23:55

I giudici devono essere ELETTI, come negli USA, non piazzati lì da un concorso. E in questo modo sarei proprio curioso di vedere se la tizia che ha scarcerato l'arrestato andrebbe a casa oppure no.

Giorgio5819

Dom, 07/10/2018 - 09:19

Questo é il solito schifo comunista, e non si racconti che si applicano le leggi, il buon gusto non fa parte di certa categoria... i fatti parlano chiaro, i criminali godono di un LASCIAPASSARE POLITICO.

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 07/10/2018 - 09:23

caro Salvini: si deve cominciare dalla giustizia!

Ritratto di bandog

bandog

Dom, 07/10/2018 - 11:31

evviva le toghe...

guy

Dom, 07/10/2018 - 12:32

hem...scusate, ma leggendo certi articoli mi viene il dubbio di essere un pò ritardato....gentilmente qualcuno mi vuole spiegare perché i giudici possono fare delle bestialità come questa e passarla liscia? cioè hanno diritto di fare quello che vogliono facendo pagare i loro sbagli sulla pelle della gente che, pagando le tasse e tutto il resto, li mantiene. oppure questi articoli sono falsi come asserisce la boldrini(povera vittima) dopo che secondo lei l'articolo de ''il giornale'' a proposito del posto alitalia usurpato non era vero?.....spiegatemi. grazie

Tranvato

Dom, 07/10/2018 - 23:07

x guy: in Italia puoi fare quello che ti pare, se non sei completamente sprovveduto in galera non ci vai troppo facilmente; ma se tocchi un magistrato sei finito, non hai scampo! Il sistema deve garantirsi il completo ed incondizionato appoggio della magistratura, ed in questo è blindato. E' come per i Generali: senza l'approvazione del Consiglio dei Ministri non ci si diventa. Ognuno, naturalmente, si para il proprio fondoschiena!