Conosce giovane su Tinder, finisce pugnalata e cosparsa di benzina

Una storia che arriva dall'Australia dove una giovane dottoressa pensava di aver trovato l'amore attraverso la famosa applicazione di dating chiamata Tinder

Conosce giovane su Tinder, finisce pugnalata e cosparsa di benzina

La dottoressa Angela Jay pensava di aver trovato la sua dolce metà su Tinder ma in realtà era un maniaco che l'ha pugnalata 11 volte e le ha cosparso con la benzina le ferite

La storia arriva da Sydney, Australia, dove una dottoressa specializzanda in ginecologia utilizzando la app di dating Tinder ha incontrato un uomo dall'aspetto affascinante di Kogarah, cittadina poco più a sud di dove vive il medico. Un banchiere dal sorriso smagliante che ha inebriato la donna facendole credere in una possibile relazione duratura. Paul Lambert, accusato di dieci violenze sessuali e fisiche perpetrate a cinque donne, tra cui anche la ex moglie. Due mesi d'inferno dopo il primo appuntamento combinato con un semplice scroll del dito. Lui ha iniziato a simulare la morte dei famigliari più cari, a fingersi instabile psicologicamente e ad inventare una "sindrome dell'abbandono". Quindi la dottoressa Jay si è trovata invischiata all'interno di una relazione dannosa e cancerogena dalla quale, non appena le è stato possibile, ha cercato di tirarsi fuori. Purtroppo però non era così semplice, infatti l'uomo ha iniziato a minacciare di uccidersi se la donna lo avesse abbandonato e, non appena il medico ha preso il coraggio ha mollato il banchiere.

Questi si è quindi diretto di giorno a casa della donna mentre la professionista era a lavoro, entrando nell'abitazione di Port Macquarie con benzina, coltello e corde che ha nascosto all'interno del comodino riferisce il The Sydney Morning Herald. Successivamente ha atteso l'arrivo della donna rintanandosi dentro l'armadio della camera da letto:"Sono tornata a casa e mi sono riscaldata un piatto di pasta alla bolognese che avevo messo da parte il giorno prima. Poi, stanca mi sono diretta verso la camera da letto per mettermi a dormire. Avevo iniziato presto a lavorare". E qui che Lambert salta fuori e l'aggredisce prima con il coltello, ferendola con ben 11 coltellate. Poi le getta addosso la benzina sulle ferite e tenta di legarla, probabilmente per darle fuoco. Lei però riesce a scivolare dalla presa dell'uomo ed esce di casa gridando aiuto. I vicini, allertati dal trambusto escono e la vedono in strada. Immediato l'arrivo degli agenti che però non trovano subito Paul; l'uomo è infatti fuggito dall'abitazione. Viene trovato un paio di ore più tardi sulla Mid-North Coast dopo aver fatto alcuni acquisti, una volta circondato l'uomo si è scagliato brandendo un grosso coltello da cucina contro gli agenti che, dopo avergli intimato di fermarsi non hanno potuto fare altro che sparare e ucciderlo.

I fatti sono avvenuti a novembre 2016 ma sono stati resi noti soltanto ora per l'importante campagna di sensibilizzazione che sul territorio australiano sta partendo per quanto riguarda l'attenzione alle persone incontrate sulle app di dating.

Commenti