Pullman sotto assedio di un 18enne che vuole dirottarlo

Fermato dalla Polstrada grazie ai passeggeri che hanno dato l’allarme, il suo piano era andare a Torino, e non a Venezia, dove invece era diretto il Flixbus

Pullman sotto assedio di un 18enne che vuole dirottarlo

Un pullman turistico ha rischiato di essere dirottato da un 18enne della Guinea. Fortunatamente, grazie all’intervento della Polstrada il ragazzo è stato bloccato e arrestato. Sono stati i passeggeri a dare l’allarme con i cellulari. Sotto scacco un veicolo della compagnia Flixbus diretto a Venezia che il 18enne voleva invece dirottare a Torino. La brutta avventura per i turisti del bus è iniziata mercoledì 24 aprile. Il ragazzo, risultato in seguito essere un senzatetto con permesso di soggiorno arrivato nel nostro Paese nel 2017, è salito sul mezzo alla fermata Lampugnano a Milano. Tutto normale finché il bus non ha imboccato l’autostrada A4 in direzione della città lagunare. A quel punto il 18enne ha cominciato a urlare e ad aggredire verbalmente l’autista, intimandogli di tornare indietro.

I passeggeri sono riusciti a prendere i loro cellulari e a chiamare i soccorsi. Numerose infatti sono state le telefonate giunte alla centrale. L’autista del pullman non ha cercato di contrastare il dirottatore, ma anzi è uscito dall’autostrada, fermandosi alla stazione di servizio di Cinisello Balsamo Lambro Nord. Subito è giunta una volante della polizia e gli agenti sono riusciti a salire sul bus. La vista dei poliziotti ha innervosito lo straniero che ha assalito le Forze dell’ordine, ferendo un agente che è finito al Pronto soccorso con lesioni dichiarate guaribili in una decina di giorni. Sul luogo sono poi arrivate in forza dei colleghi altre due macchine della polizia. Grazie al loro intervento l’uomo è stato bloccato e ammanettato.

Questa mattina, venerdì 26 aprile, si è svolto il processo per direttissima. Dopo la conferma del fermo con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e quella di interruzione di pubblico servizio, il 18enne è stato portato dietro le sbarre in attesa di giudizio. Da quanto emerso non sarebbe stata la prima volta che il giovane aveva mostrato segni di violenza. Era già accaduto il giorno di Pasqua, la scorsa domenica, alla stazione ferroviaria di Milano Lambrate, dove aveva aggredito degli agenti ed era stato per questo denunciato.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti