Rai nella bufera per la Lotteria Italia

Nelle ultime ore è emersa un'altra polemica lagata a "Speciale Affari tuoi" legato alla lotteria Italia. Questo perché i biglietti vincenti della Lotteria Italia sarebbero stati comunicati in anticipo, sui siti web, da alcuni organi di stampa, evidentemente già a conoscenza dei tagliandi

Nelle ultime ore è emersa un'altra polemica lagata a "Speciale Affari tuoi" legato alla lotteria Italia. Questo perché i biglietti vincenti della Lotteria Italia sarebbero stati comunicati in anticipo, sui siti web, da alcuni organi di stampa, evidentemente già a conoscenza dei tagliandi. Come spesso accade in casi come questo, internet arriva sempre prima, ma questo caso è ancora più clamoroso, in quanto la Rai ha rifiutato di collegarsi con l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per l'estrazione in diretta, pagando caro lo scotto di essere arrivata più tardi rispetto alla stampa sui nomi dei vincitori.

Quanto alla trasmissione in sé, dal punto di vista dei contenuti, si contesta di aver viaggiato su un binario parallelo rispetto alla stessa Lotteria Italia, con uno show televisivo essenzialmente pretestuoso e che non si è messo al servizio del motivo per cui andava in onda, ma semmai ha forzato lo scopo stesso per adeguarlo al suo sistema. Di fatto nell'era di internet negare il collegamento con l'Agenzia ha di fatto annullato l'effetto diretta alla trasmissione.

La Rai intanto segnala in una nota di aver autorizzato spontaneamente l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli a rendere noti i risultati alle 23: "Rai1 ha autorizzato l'Agenzia delle Dogane e Monopoli a diffondere alle ore 23 alle agenzie di stampa l'elenco completo dei biglietti di prima e seconda categoria proprio in segno di attenzione verso i quotidiani che avevano le pagine aperte per pubblicare i numeri vincenti. Un segno di attenzione e sensibilità verso la stampa".

Commenti

Aegnor

Gio, 07/01/2016 - 16:58

Bisognerebbe anfare a vedere in mano a chi sono finiti i premi,vedi mai che siano tutti elettori dei kompagni

malfiero

Ven, 08/01/2016 - 16:33

PERò PAGHIAMO IL CANONE GRAZIE