Reggio Emilia, rissa tra ghanesi: 2 accoltellati, uno in modo grave

I carabinieri stanno ancora indagando per risalire alle cause che avrebbero portato allo scoppio delle violenze. Feriti due ospiti della struttura: uno, in gravi condizioni, si trova ora ricoverato presso l’ospedale Maggiore di Parma

Una violenta rissa, scoppiata tra due connazionali stranieri in un centro d’accoglienza della provincia di Reggio Emilia, si conclude con un accoltellamento.

L’episodio si è verificato durante la mattinata di ieri verso le 11:30, all’interno della struttura “Servire l’uomo”, gestita dal Ceis e collocata nel pieno centro di Correggio, per la precisione in via delle Sirene.

Il grande trambusto che si è venuto a creare ha scatenato il panico anche tra i numerosi passanti che si trovavano nelle vicinanze dell’edificio. Ancora ignote le cause che hanno portato alla violenta colluttazione, nella quale sono rimaste coinvolte tre persone, ovvero i due litiganti, due ghanesi, ed un terzo loro connazionale intervenuto per tentare di evitare che la situazione degenerasse ulteriormente.

Ad avere la peggio un giovane di 22 anni, trasportato d’urgenza prima all’ospedala Santa Maria Nuova di Reggio Emilia e poi trasferito al Maggiore di Parma. Il responsabile è un 51enne il quale, durante la rissa, ha estratto un coltello con lama lunga 20 centimetri per poi colpire il rivale, ferendolo in modo grave.

Nella confusione di quegli attimi è rimasto accoltellato anche l’altro ghanese, un 25enne intervenuto per sedare la violenta colluttazione, che è stato poi trasportato in ambulanza all’ospedale di Carpi. Anche l’aggressore 51enne è rimasto ferito, e subito dopo aver colpito il rivale si è rintanato all’interno di uno dei bagni della struttura, almeno fino all’arrivo sul posto dei carabinieri di Correggio e di quelli del nucleo radiomobile di Reggio Emilia.

Finito in manette, lo straniero sarà probabilmente incriminato per il reato di tentato omicidio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.