Rimini, paga due escort poi le pesta: albanese finisce nei guai

L'uomo, un operaio 31enne, aveva deciso di passare la notte di Natale in modo alternativo pagando le due escort, entrambe romene, per una notte di sesso a tre. Non soddisfatto della prestazione, complice probabilmente la presenza dei genitori nella stanza attigua, ha preteso indietro il denaro ed al rifiuto delle donne le ha pestate. I carabinieri lo hanno denunciato a piede libero per lesioni

Rimini, paga due escort poi le pesta: albanese finisce nei guai

Aveva deciso di trascorrere la sera di Natale in modo decisamente alternativo. Per questo un operaio albanese di 31 anni, incensurato e regolarmente residente a Cattolica (Rimini), si era rivolto ad un sito specializzato di incontri ed aveva contattato due escort di professione di rispettivamente 22 e 26 anni, entrambe romene, per trascorrere insieme un'infuocata notte di sesso a tre. Raggiunto l'accordo economico il 31enne è andato così a prendere le due prostitute e le ha condotte presso la sua abitazione, che l'albanese divide coi suoi genitori, pagando immediatamente l'importo pattuito di 350 euro per l'intera notte.

Qui però qualcosa deve essere andato storto: la notte di passione sognata dall'operaio non è andata come l'uomo sperava, molto probabilmente anche a causa della presenza dei suoi genitori nella stanza adiacente a quella dove si era consumato l'amplesso con le prostitute. L'albanese, inferocito, ha iniziato una lunga discussione con le romene, pretendendo che queste ultime gli restituissero il denaro. Al netto rifiuto delle ragazze, che consideravano comunque effettuata la loro prestazione, l'uomo avrebbe perso completamente la testa ed avrebbe colpito le prostitute alle braccia ed alla testa, strattonandole con violenza.

Una delle due romene a questo punto, temendo per l'incolumità sua e della sua amica, ha preso il suo cellulare ed ha composto il numero per le emergenze 112, richiedendo l'urgente invio delle forze dell'ordine. I carabinieri si sono così precipitati sul luogo della seganalazione, trovando al loro arrivo una delle due escort, scalza e visbilmente scossa, che tentava di attirare l'attenzione dei militari. Le ragazze hanno dapprima raccontato di essere state picchiate da quell'uomo, in seguito sono state condotte dagli uomini in divisa presso il pronto soccorso dell'ospedale di Rimini, dove i medici hanno riscontrato diverse escoriazioni al collo, al labbro ed alla mandibola (certamente riconducibili all'aggressione) redando per entrambe una prognosi di 4 giorni. L'operaio invece ha pagato a caro prezzo la sua voglia di trascorrere la notte di Natale in modo alquanto bizzarro: l'uomo infatti è stato denunciato a piede libero dai carabineri e adesso dovrà rispondere del reato di lesioni.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti