Rissa per un parcheggio finisce a coltellate: in manette un albanese

A Montecchio di Vallefoglia, in provincia di Pesaro, una banale lite per un parcheggio è finita a coltellate. I carabinieri hanno arrestato un albanese

Rissa per un parcheggio finisce a coltellate: in manette un albanese

Una banale lite per un parcheggio scoppiata tre uomini, due italiani ed un albanese, per poco non si è trasformata in tragedia. La violenza è accaduta nel pomeriggio di sabato in piazza della Repubblica a Montecchio di Vallefoglia, in provincia di Pesaro.

Tutto è accaduto all’improvviso, quando una Bmw con a bordo due napoletani residenti in zona, nel tentativo di fare marcia indietro per uscire dal parcheggio si urta con un’altra vettura guidata da un albanese di 40 anni arrivata alle spalle per occupare il posto.

Lo scontro è lieve tanto che non causa danni particolari. Dalle auto, però, scendono i rispettivi passeggeri, tutti già noti alle forze dell’ordine, per constatare la situazione. Trascorrono solo pochi attimi e la tensione sale alle stelle con i due napoletani che sferrano pugni in faccia allo straniero. Alcune persone presenti in strada vedono la scena e intervengo per separare i contendenti.

L’albanese, con ferite sul volto, si rimette in auto e si allontana mentre gli altri due protagonisti della rissa restano in piazza cercando di spiegare quanto appena accaduto.

La grave vicenda sembrava essere finita lì ed invece, pochi minuti dopo, l’immigrato ritorna sul luogo e, senza dire una parola, si avvicina ai suoi nemici e sferra una coltellata al fianco del passeggero della Bmw.

La situazione è ormai completamente fuori controllo. Il conducente dell’auto, capendo di essere a sua volta in pericolo, prova a fuggire a piedi inseguito dall’albanese. Una corsa disperata terminata solo quando lo straniero, temendo di essere intercettato dalle forze dell’ordine, si ferma.

Sul posto, oltre all’ambulanza che ha soccorso la persona accoltellata, sono giunti anche i carabinieri che hanno rintracciato l’albanese presso la propria abitazione. I militari prima lo hanno portato a medicarsi per le botte ricevute e poi lo hanno condotto in caserma e fermato con l’accusa di tentato omicidio.

Commenti