Sbarchi fantasma, nella notte un barcone approdato ad Agrigento

Almeno 25 migranti provenienti dalla Tunisia riescono ad approdare indisturbati lungo la spiaggia di Siculiana Marina, a pochi passi da Agrigento: adesso in provincia si teme un nuovo flusso di sbarchi fantasma, come quello del 2017

Passato il vento di scirocco, che sferza la Sicilia lungo quasi tutta la scorsa settimana, adesso l’arrivo del tempo fa temere gli sbarchi fantasma: l’approdo di barconi e gommoni nelle coste dell’isola ed in quelle di Lampedusa.

E nelle ultime ore si registra il primo cosiddetto “sbarco fantasma” della stagione in provincia di Agrigento. Un gommone, in particolare, arriva praticamente indisturbato presso la spiaggia di Siculiana Marina, località a pochi chilometri ad ovest della città dei templi: qui nella notte vengono notati movimenti ed i Carabinieri di Siculiana e della vicina Realmonte vanno subito alla ricerca di possibili migranti lungo la costa.

Ed infatti, rintracciato il natante appena arenato sulla spiaggia, i militari dell’Arma nelle campagne circostanti scoprono gruppetti di migranti con i vestiti bagnati ancora addosso che provano a raggiungere a piedi Agrigento. Secondo quanto comunicato dagli stessi Carabinieri, almeno in 25 sarebbero già stati rintracciati: l’ultimo, come si legge sull’agenzia Agi, viene scovato a bordo della carreggiata della Ss 115 in territorio di Cattolica Eraclea. La loro nazionalità è tunisina, così come previsto: gran parte degli sbarchi fantasma infatti, utilizza la rotta che proprio dalla Tunisia e si tratta il più delle volte di giovani provenienti dal paese nordafricano.

I barconi partono dalla regione di Biserta o, più a sud, da quella di Sfax e Sousse. Se a Lampedusa gli sbarchi si registrano anche nei mesi passati, con una cadenza quasi settimanale, lungo le coste agrigentine è da diverso tempo che non vengono segnalati approdi di gommoni e di altri mezzi di fortuna utilizzati per le traversate.

Il fenomeno degli sbarchi fantasma nell’estate del 2017 crea un vero e proprio allarme sociale in provincia di Agrigento, in quanto in quei mesi vengono registrati in media almeno due sbarchi al giorno.

Tali approdi vengono nominati fantasma in quanto spesso chi arriva a terra fa perdere le proprie tracce: una volta abbandonato il barcone lungo la spiaggia, i migranti fuggono nelle campagne circostanti eludendo i controlli delle forze dell’ordine, diventando appunto veri e propri fantasmi in territorio italiano. In questo caso gran parte di coloro che sono sbarcati sono già nelle mani dei Carabinieri, per alcuni dei 25 acciuffati dall’Arma scatta anche il controllo in ospedale per via delle condizioni di salute con cui vengono trovati. La paura nell’agrigentino è adesso legata al miglioramento delle condizioni meteo e ad un ripetersi dell’emergenza dell’estate 2017.

Commenti

Giorgio Rubiu

Mar, 30/04/2019 - 12:55

Rimetterli su un barcone e rimorchiarli fino al limite delle acque territoriali Tunisine. Poco carburante (solo quanto basta per raggiungere la costa) e timone bloccato per impedire un'inversione di rotta. Come nel gioco dell'Oca, si ritorna alla casella di partenza!

nopolcorrect

Mar, 30/04/2019 - 13:08

Arrestarli tutti immediatamente per immigrazione illegale, in galera e poi rimpatriarli.

giosafat

Mar, 30/04/2019 - 13:13

Ma la guardia costiera la teniamo e la manteniamo solo per farla luccicare nelle parate? Ecchecavolo....

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 30/04/2019 - 13:15

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire e peggior cieco di chi non vuol vedere. Gli sbarchi non si sono mai fermati. Lo ripete ormai con frequenza quotidiana il sindaco di Lampedusa, sono continuati e continuano senza sosta, vengono soccorsi dalla Capitaneria di Porto, solo che non vengono più segnalati alle autorità superiori, perché una persona con una briciola di umanità antepone l'esigenza di salvare le vite a quella di compere il proprio dovere come funzionario pubblico.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 30/04/2019 - 13:20

Allora arrestate tutti i Siciliani, perché noi Siciliani aiuteremo sempre chi si trova in difficoltà, indipendentemente dalla provenienza, dalla religione e dal colore della pelle. La prova ne è il flop della Lega in Sicilia, sotto il 10 per cento. Ottocento anni di civiltà e cultura il più rispetto a tutte le altre regioni italiane non si cancellano.

mozzafiato

Mar, 30/04/2019 - 13:23

certamente la tariffa per traversare in mini yacht deve essere elevatissimo e quindi pensate alla miseria che ha costretto quelle risorse ad emigrare ! Sono sicurezza che io dall'alto della mia ricchezza da europeo NON POTREI ASSOLUTAMENTE PERMETTERMI !

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Mar, 30/04/2019 - 13:26

Ma e' cosi' difficoltoso controllare quel breve tratto di costa diciamo da Marsala a Sciacca, piu' comode perche' piu' vicine alle coste tunisine??

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Mar, 30/04/2019 - 13:39

Negli aeropporti gli illegali si mettorno su un aereo. Perché a questi non si può pagare un biglietto sola andata in traghetto da Palermo, Trapani, Genova ecc..., visto che tutte le settimane ce ne sono tanti e con posti ponte illimitati ? Si obbliga il capitano a tenerli in cabina chiusa per le 12 o 24 ore del viaggio in sicurezza, e si informano le autorità tunisine dell'arrivo dei connazionali.

Ritratto di ForzaSilvio1

ForzaSilvio1

Mar, 30/04/2019 - 14:41

Che facciamo, Slavini? questi li contiamo o li nascondiamo nei numeri roboanti dei "porti chiusi"??? Contaballe!!!!

Ritratto di Civis

Civis

Mar, 30/04/2019 - 14:50

Prossima nave per Tunisi, da Palermo, alle ore 11 di sabato 4 maggio. Costa 45€, in poltrona. Possono tornarsene indietro come signori, dopo la scampagnata in Italia

Maura S.

Mar, 30/04/2019 - 15:00

Forza Silvio ringrazia il tuo idolo che a suo tempo firmò per gli sbarchi. Inutile fare del sarcasmo èpiuttosto una £mea culpa"

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 30/04/2019 - 15:23

stamicchia: 800 anni? No!!! circa 2800!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 30/04/2019 - 15:26

Giorgio Rubiu: ditelo al Felpini!!!!

Carcharodon

Mar, 30/04/2019 - 15:26

Stamicchia, i siciliani possono accogliere chi vogliono purché poi se ne facciano carico.

Ritratto di ForzaSilvio1

ForzaSilvio1

Mar, 30/04/2019 - 15:55

fa male la verità, eh Mauretta? preferisci le balle che ti racconta il Capitone!

salvofranco

Mar, 30/04/2019 - 19:08

Pantelleria si trova a 38 miglia dal porto di Kèlibia e a 75 miglia dalla costa sicula. Basterebbe qualche motovedetta ormeggiata nel porto di Pantelleria per intercettare le barche dei clandestini e riportarle in acque tunisine. Se non lo fanno si vede che NON VOGLIONO farlo. E significa anche che ci stanno prendendo per i fondelli, per il sollazzo di qualche vigliaccone anonimo che gira da queste parti.