Roma, un fermo per l'omicidio dello studente trovato nel Tevere

Un 40enne senza tetto accusato per la morte del 19enne americano Beau Solomon

Roma, un fermo per l'omicidio dello studente trovato nel Tevere

C'è un primo fermo nelle indagini sulla morte di Beau Solomon, un giovane studente americano il cui corpo è stato ritrovato ieri senza vita nel Tevere, a Roma.

Gli agenti della Mobile e del commissariato Trevi-Campo Marzio hanno fermato Massimo Galioto, un 40enne senza fissa dimora, che si ritiene possa essere l'assassino del 19enne.

L'uomo è stato fermato per omicidio aggravato da futili motivi. La dinamica della morte di Solomon non è al momento peraltro chiara. Le ipotesi che gli inquirenti hanno iniziato a vagliare sono quelle di un alterco o di un tentativo di rapina finito male.

Solomon era stato visto per l'ultima volta in un bar di via della Lungara, a Trastevere, lo scorso giovedì. Originario di Spring Green, nello Stato del Wisconsin, era in Italia da pochi giorni, arrivato per frequentare un corso estivo organizzato dall'università John Cabot. L'allarme è scattato quando non si è presentato a lezione.

Commenti