Cronache

Roma, minimarket troppo caro: romeno entra e spara col fucile

Un litigio sui prezzi troppo alti del minimarket alla base del gesto folle dell'uomo di 46 anni che ha sparato al commerciante, ma senza gravi conseguenze. L'aggressore adesso è incarce per tentato omicidio

Roma, minimarket troppo caro: romeno entra e spara col fucile

Si lamenta del conto troppo caro, litiga con il commerciante, torna col fucile e gli spara. Un uomo di 46 anni di nazionalità rumena è stato arrestato oggi a Roma per aver sparato due colpi di carabina ad aria compressa in un minimarket in zona Torre Gaia. Il titolare, un bengalese di 34 anni, non avrebbe riportato gravi conseguenze se non una ferita alla gamba e alcune contusioni.

Il motivo scatenante sarebbero stati i prezzi troppo alti del negozio. Il commerciante e il cliente cominciano un diverbio sullo scontrino della spesa, che inizialmente non avrebbe portato a nulla. Il 46enne sulle prime allora si allontana, per poi però tornare con in braccio un fucile ad aria compressa e sparare un colpo addosso al negoziante, mancandolo, e un altro sulla bilancia. Il negoziante ha reagito cercando di sottrarre l'arma all'aggressore che però è riuscito a fuggire.

Le telecamere di videosorveglianza che hanno ripreso tutta la scena hanno permesso ai carabinieri della sezione operativa della compagnia di Frascati di rintracciare immediatamente il rumeno, nel suo appartamento a poca distanza dal negozio dove hanno seuqestrato la carabina e più di 500 piombini. L’uomo, come riporta

html" data-ga4-click-event-target="external" target="_blank" rel="noopener">Il Messaggero, è stato portato nel carcere di Regina Coeli con l’accusa di tentato omicidio e lesioni personali.

Commenti