Cronache

Rubio: "Eliminate fisicamente sovranisti". Nasce polemica su Twitter

Nel commentare gli incendi che hanno colpito la foresta dell'Amazzonia, Gabriele Rubini non perde occasione per rivolgere un attacco contro i "sovranisti". Il suo invito ad "eliminare fisicamente" questi ultimi, tuttavia, non è piaciuto. "Questo tweet è istigazione all'odio"

Rubio: "Eliminate fisicamente sovranisti". Nasce polemica su Twitter

Fa discure uno degli ultimi post su Twitter di Gabriele Rubini, in arte "Chef Rubio", che nel commentare gli incendi che stanno affliggendo la foresta dell'Amazzonia, non ha mancato di lanciare un attacco contro i nemici sovranisti.

Il tweet dello chef televisivo inizia con un tono saccente: "Me fa ride chi dice “ELIMINA LA CARNE, SALVI LA FORESTA!”, commenta. "Se stanno bruciando #Amazonia è anche per monocolture di mais, canna da zucchero e soia ( #Monsanto #Bayer )!". Poi la stilettata: "Se volete salvare il pianeta spendete meno, consumate meno, ed eliminate fisicamente i sovranisti (seguono bandierine di Israele, Usa e Brasile) e co".

rubio

Insomma, l'attacco contro certi governi è sempre garantito, ma non tutti i commenti che hanno seguito il cinguettio di chef Rubio sono positivi. Anzi.

"Veramente 'i sovranisti' che lei vorrebbe eliminare fisicamente sono i primi ad essere contrari al neoliberismo e alla globalizzazione, così amata dalle multinazionali", puntualizza un utente. "Questo tweet è istigazione all'odio", fa notare un'altra persona.

E dopo alcuni che invocano l'arrivo di un'ambulanza per lo chef, ecco la secca considerazione di un altro utente: "Un caso disumano, difficile essere così co***oni da incitare alla 'eliminazione fisica' di chi la pensa in un determinato modo. A questi i nazisti gli fanno na' pippa! Papà cos'è il fascismo? È questo".

A rispondere a Rubini anche

l'avvocato Marco Mori, che da tempo si batte per la riaffermazione dell'Italia e l'uscita dall'Euro. "Certo, perché Bolsonaro adesso è sovranista... Bolsonaro è un liberista!" fa notare allo chef.

Commenti