Sassari, calciatore dilettante ucciso con una coltellata

Il ragazzo sarebbe intervenuto per difendere alcune donne, infastdite dall'aggressore

Sassari, calciatore dilettante ucciso con una coltellata

A Ottava, frazione di Sassari, un calciatore dilettante di 23 anni è stato assassinato nella notte, colpito da una coltellata al petto.

Nicola Della Morte, originario di Chiavenna, in provincia di Sondro, ma residente a Sassari, perché da circa due anni era fidanzato con una ragazza del posto, militava nella squadra di calcio dell'Ottava. Ieri sera si trovava al circolo del campo sportivo, insieme ad alcuni amici e compagni, con cui stava brindando alla fine del campionato, nonostante la retrocessione della squadra locale in Seconda categoria.

Ad un certo punto, un uomo è entrato nel locale e ha iniziato a infastidire alcune donne. Nicola, intervenuto per calmarlo, l'ha invitato ad uscire. Ne è nata una discussione, proseguita all'esterno del circolo, fino sul marciapiede di via Ziu Remundu, dove l'aggressore avrebbe estratto un coltello e colpito al torace Della Morte, uccidendolo. L'assassino, che secondo l'Unione Sarda sarebbe Danele Ventrigli, 25enne originario di Carbonia, è scappato subito dopo il delitto.

Sul posto sono intervenuti immediatamente i soccorsi del 118, che hanno provato a tamponare la ferita, ma per il ragazzo non c'è stato niente da fare. I carabinieri, dopo aver raccolto le testimonianze degli amici, hanno individuato l'assassino.

Commenti