Schedina Sisal, 74 anni fa l'inizio di una storia straordinaria

Il 5 maggio 1946, a un anno dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, prese il via il gioco che per decenni ha appassionato gli italiani. Fu ideato da Massimo Della Pergola, Fabio Jegher e Geo Molo che fondarono la società per far ripartire il calcio

Schedina Sisal, 74 anni fa l'inizio di una storia straordinaria

Oggi è l’anniversario della prima Schedina Sisal e di 74 anni di storia d’impresa legata a quell’evento che entro subito nella storia del costume e dell’economia italiana. Storia straordinaria nata dalla geniale intuizione di tre giornalisti sportivi con la volontà di rilanciare un Paese abbattuto dalla guerra e alimentare la passione degli italiani per il gioco del calcio: gli ingredienti di un sogno, trasformato in realtà con la Schedina, per ridare vita allo sport italiano.

Massimo Della Pergola, Fabio Jegher e Geo Molo, che fondarono S.I.S.A.L. (Sport Italia Società a responsabilità Limitata), progettavano infatti di far ripartire lo sport e contribuire a ricostruire gli impianti sportivi danneggiati dalla guerra. Segno di nuova speranza, mentre l’Italia cercava di emergere dalle macerie della guerra e di ricostruire il proprio futuro.
Così, il 5 maggio 1946, a un anno dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, fu giocata la prima Schedina Sisal, dando avvio al concorso pronostici abbinato alle partite di calcio, consacrato poi con il nome di Totocalcio. Il montepremi era di 463.146 lire e il prezzo della prima schedina viene stabilito a 30 lire a colonna. Un fortunato vincitore centrò subito i 12 pronostici: Emilio Biasetti quarantatreenne, milanese, impiegato in una ditta farmaceutica e partigiano con il nome di battaglia “Bill”.

Da allora sono passati molti anni e il legame che unisce Sisal all’Italia e agli italiani è divenuto sempre più intenso e profondo. Una storia di luoghi, oggetti e simboli che appartengono a tutti: la ricevitoria, la schedina, il Totip e il SuperEnalotto. Momenti ed emozioni che si rincorrono nel tempo, che si mescolano in un unico filo, lungo più di 70 anni.

Cos' Sisal festeggia questo anniversario sottolineando che "intende essere partecipe e dimostrare la propria vicinanza a tutti gli italiani, contribuendo a prepararci per un nuovo rilancio del Paese, coerentemente con i valori che hanno ispirato i nostri fondatori: vogliamo continuare a generare valore condiviso per lo Stato e la comunità; rafforziamo costantemente la nostra offerta di gioco sostenibile, con particolare attenzione alla responsabilità sociale, per la tutela dei nostri consumatori; sosteniamo la rete distributiva con l’obiettivo di garantire la sicurezza e la salute per esercenti e clienti; presidiamo le nostre piattaforme di gioco online e sul territorio, per evitare comportamenti illeciti e far rispettare le normative vigenti".

Commenti