Scopre bruco mangia-plastica: ora la biologa italiana è disoccupata

In attesa di un nuovo impiego Federica Bertocchini ha deciso di rimanere a vivere in Spagna per continuare la ricerca

Ha scoperto un bruco che si nutre di plastica. Una invenzione importante che potrebbe risolvere il problema dei rifiuti. Nonostante questo Federica Bertocchini è disoccupata.

In un'intervista rilasciata al Resto del Carlino, la ricercatrice italiana racconta come, grazie a un lungo lavoro di squadra fatto con i biochimici Paolo Bombelli e Chris Howe, è riuscita a capire che la tarma della cera in realtà era ghiotta anche di polietilene, il materiale utilizzato per buste, pellicole alimentari o tappi di bottiglia. Insomma è la principale artefice della scoperta di quello che poi è stato nominato il bruco mangia-plastica. Una bella storia se non fosse per il fatto che ora Bertocchini è disoccupata.

La biologa ha una lunga carriera alle spalle. Ha infatti lavorato all'estero per venti anni tra Inghilterra, Stati Uniti e Spagna, dove adesso vive. Come racconta al quotidiano però il contratto all'Istituto di biomedicina di Cantabria, a Santander, è scaduto e ora la 49enne originaria di Piombino, in provincia di Livorno, è alla ricerca di una nuova occupazione. La ricercatrice spiega che il problema del taglio ai fondi per la ricerca non è solo italiano ma ha colpito anche le università spagnole con la conseguenza che il suo contratto non è stato rinnovato. Ma Bertocchini rimarrà comunque in Spagna, usufruendo dell'assegno di disoccupazione, e cercherà di trovare un nuovo lavoro.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

VittorioMar

Lun, 22/05/2017 - 13:17

...ORA CI PERMETTIAMO DI FARE CONCORRENZA ALLE MULTINAZIONALI ?? ..CON TUTTA LA "SPAZZATURA" CHE C'E' DA NOI,QUESTA SAREBBE UNA RISORSA ...!!!

Ritratto di gianpiz47

gianpiz47

Lun, 22/05/2017 - 14:02

"Ha scoperto un bruco che si nutre di plastica. Una invenzione importante": se la scoperta di un bruco diventa un'invenzione, io da geometra divento giornalista. Ragazzi a scanso di equivoci sono veramente un geometra, in pensione, ma non scemo.

blackindustry

Lun, 22/05/2017 - 14:45

La ricercatrice ha fatto un ottimo lavoro, meglio tenerla lontana dall'italia...

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Lun, 22/05/2017 - 15:02

Da noi i soldi servono per sponsorizzare centri sociali, marce a favore dell'immigrazione e manifestazioni gay. Il resto è inutile.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 22/05/2017 - 15:28

e cosa avrà scoperto mai , quisquilie , bazzecole , pinzellacchere , mica ha scoperto un nuovo telefonino , una nuova pelliccia ,un nuovo profumo , un nuovo modo per importare migranti/gitanti ha solo scopero come ripulire il mondo dalla plastica che ci sta estinguendo .

Ritratto di ateius

ateius

Lun, 22/05/2017 - 16:02

lo vada a dire ai burocrati del pd...che in quel di genova col suo sindaco in testa sostengono e impongono finanziamenti ingenti e da da anni ad un IT istituto italiano di pseudo tecnologia, che inventa e mette insieme robot praticamente INUTILI, e poi li illustra nelle scuole per stupire i bimbi. Soldi sprecati cervelli sprecati.. e la Ricerca Vera ed UTILE Muore.

gneo58

Lun, 22/05/2017 - 16:25

e' meglio emigrare, e in massa anche, i nostri governanti non si meritano niente, anzi si' si meritano i clandestini e marmaglia varia, tanto tra poco l'italia ne sara' piena zeppa, a chi puo' auguro con tutto il cuore di andarsene, la fogna si sta riempiendo sempre piu'.

Ritratto di gianpiz47

gianpiz47

Lun, 22/05/2017 - 17:29

Co le sue competenze speriamo che riesca a scoprire un bruco che si nutre di politici.

Yossi0

Lun, 22/05/2017 - 17:57

Ma quando mai questa ricercatrice sarebbe considerata una risorsa per l Italia ? Le risorse sono i passeggeri dei gommoni

Antenna54

Lun, 22/05/2017 - 21:00

La ricercatrice merita la stima ed ammirazione degli italiani, non dei politici che sono più attenti alle loro posizioni e ai loro vitalizi. Mi auguro che il bruco possa mangiarsi pure l'intero parlamento e senato, forse ingrasserà ma di certo poi troveremo per il bruco una dieta adeguata!

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 22/05/2017 - 22:43

Strano, che per migranti, per gli zingari, per aumentare gli stipendi alle alte carche dello stato e della giustizia il danaro lo trovano!!! I BIOLOGI, dovrebbero inventare un virus MORTALE e spanderlo in tutte le sedi del PD e che elimini tutti i comunisti che lo rappresentano!!!

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 22/05/2017 - 22:46

Strano, che per migranti, per gli zingari, per aumentare gli stipendi alle alte carche dello stato, della giustizia e degli enti statali, il danaro lo trovano!!! I BIOLOGI, dovrebbero inventare un virus MORTALE e spanderlo in tutte le sedi del PD e che elimini tutti i comunisti che lo rappresentano!!!

pier1960

Mar, 23/05/2017 - 06:31

in italia non si assumono dirigenti nella pubblica amm.ne..in compenso la casta ha creato innumerevoli società a capitale misto dove assume senza concorso amici e parenti (fratello di alfano ad esempio)

rossini

Mar, 23/05/2017 - 08:14

Questa se la sono palleggiata fra Inghilterra, Stati Uniti e Spagna. Ma allora non è vero che solo l'Italia non si sa tenere stretti i ricercatori di valore.

rossini

Mar, 23/05/2017 - 08:16

L'Italia non se l'è saputa tenere stretta stretta. Ma lo stesso hanno fatto Inghilterra, Stati Uniti e Spagna che se la sono passata fra di loro come fosse una patata bollente. Che vorrà dire?

Klotz1960

Mar, 23/05/2017 - 09:05

Non e' un genio italiano incompreso dal mondo -Evidentemente le applicazioni industriali ed ecologiche della scoperta sono molto limitate o troppo complesse. Bisognerebbe allevare queste tarme della cera, e verificare quanta plastica mangiano . Probabilmente non conviene, e quindi si tratta di una delle migliaia di scoperte che restano senza seguiti. Ripeto, migliaia ogni anno.