Le accuse del leader islamico: cristiani ed ebrei sono "eretici"

Le parole sconcertanti pubblicate su Facebook dal segretario generale dell'Ucoii, il marocchino Yassine Baradei, che definisce Torah e Vangelo "scritture residue" e afferma che l'islam viene per correggerne le storpiature

Il segretario generale dell'Ucoii-Unione delle Comunità e Organizzazioni Islamiche in Italia, Yassine Baradei, definisce ebraismo e cristianesimo "eresia" e "storpiamento del messaggio originario" durante una conversazione su una pagina Facebook in data 29 agosto.

Baradei è intervenuto nel dialogo virtuale in risposta ad un post di un correligionario che in riferimento al digiuno del giorno della Ashura, citava anche la "salvezza donata da Dio al popolo ebraico, tramite Mosè, durante la tirannia del Faraone" e in fine chiudeva l'intervento con un "Buon digiuno a tutti i fratelli musulmani, un abbraccio a tutti i fratelli ebrei". È a questo punto che il segretario dell'Ucoii interviene con una "correzione", scrivendo che in realtà si trattò del popolo israelita (cioè i figli d'Israele il profeta) e non il popolo ebraico che è di più recente nascita. Baradei poi aggiunge: "Credo che ci sia molta confusione in generale tra i musulmani su questi aspetti. I figli di Israele (sempre il profeta) non erano ebrei..."

In una seguente delucidazione, il segretario generale dell'Ucoii aggiunge: "Il Corano parla di banu Israil (cioè i figli di Israele il profeta, detti anche israeliti) ma non nessuno di loro, né dei profeti a loro mandato era ebreo. L’ebraismo è una religione, come il cristianesimo che si sviluppò dopo. Nel credo dell’Islam infatti questi due credi sono un’eresia, uno storpiamento del messaggio originario di questi profeti. Iddio lo dice chiaramente nel sublime Corano quando afferma che nessuno dei profeti era ebreo o cristiano ma musulmano o tuttalpiù hanif (ortodosso) inteso come seguace del messaggio iniziale da Adamo in poi che sintetizzato è la professione di fede (non c’è alcun dio all’infuori di Iddio). Se fosse altrimenti saremmo legittimati come musulmani a seguire l’ebraismo o il cristianesimo, ma l’Islam viene per correggere gli storpiamenti apportati nelle sacre scritture residue (Torah e Vangelo). Questo è un punto del credo molto importante che molti musulmani non hanno ben chiaro. E Dio ne sa’ di più."

In sunto, in base a quanto emerge dai post di Baradei, ebraismo e cristianesimo sarebbero "eresie" e "storpiature" del messaggio originario. I profeti non erano nè ebrei e neanche cristiani ma "musulmani" (nonostante Maometto sia vissuto ben dopo i profeti e Cristo). L'Islam sarebbe arrivato per correggere dalle storpiature Torah e Vangelo (definite "scritture residue"). Ovviamente tutto ciò sarebbe chiaramente detto da Dio nel Corano.

Tali affermazioni non possono non destare perplessità considerato che vengono da una persona che ricopre un ruolo di primo piano presso un'organizzazione islamica che si è più volte detta aperta al dialogo interreligioso e che si è anche definita la principale realtà islamica organizzata in Italia, scatenando tra l'altro la reazione del Segretario Generale della Grande Moschea di Roma, Abdella Redouane, con un lungo intervento su Facebook lo scorso giugno. Certo è che se i presupposti per il dialogo interreligioso sono questi, allora è lecito ipotizzare dei notevoli problemi non risolti all'interno di certi ambienti dell'islam organizzato.

Baradei, che aveva già ricoperto il ruolo di direttore presso la comunità islamica di Piacenza e aveva fatto parte del direttivo Caim, si era tra l'altro già distinto in passato per un post del 2015 nel quale aveva definito il Re del Marocco, Mohammed VI, come "sua maestà l'emiro dei ladri". In un commento poco più sotto Baradei aveva aggiunto: “Per il resto in uno stato governato dalla shariaa come quello che dovrebbe essere il Marocco (secondo Costituzione) gli si dovrebbe tagliare le mani, ma un re senza mani come si farebbe che la gente non potrebbe più baciargliele?!"

In altre occasioni Baradei aveva poi pubblicato immagini di Erdogan, Mohamed Morsy (entrambi legati alla Fratellanza Musulmana) e di Sheikh Yasin, ex leader di Hamas (inserita nella black list delle organizzazioni terroristiche da Unione Europea, Usa ed Israele). A questo punto è lecito chiedere chiarimenti all'Ucoii al riguardo, visto il ruolo ricoperto da Baradei all'interno dell'organizzazione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di navajo

navajo

Lun, 31/08/2020 - 11:02

Ma chissenefrega di quello che dice questo tizio.

cgf

Lun, 31/08/2020 - 11:31

Anche i testimoni di Geova si sono riscritti la Bibbia ad uso e consumo proprio. Ovvio che le discrepanze è meglio bollarle come eretiche piuttosto che passare da bugiardi

ROUTE66

Lun, 31/08/2020 - 11:57

VEDETE COSA SUCCEDE A VOLER RISCRIVERE LA STORIA? Questo è un GENIO la riscrive ad uso e consumo proprio,che il PROFETA sia arrivato qualche secolo dopo (eufemismo) NON CONTA NULLA. Come qualche dittatore decide che la STORIA è da rottamare e la si possa addattare in proprio.

amicomuffo

Lun, 31/08/2020 - 12:04

Religione di pace....

Enne58

Lun, 31/08/2020 - 12:12

La libertà di religione è sacra, la libertà di prepotenza no.

roberto67

Lun, 31/08/2020 - 12:40

Queste affermazioni non mi causano nessuna perplessità, semplicemente ci rido su. Perché mai dovrei farmi dei problemi su cosa dice un islamico a proposito della mia religione? Allora dovrei ascoltare anche i Testimoni di Geova e tutte le altre dottrine che basano la loro esistenza sulle teorie di qualche visionario.

ziobeppe1951

Lun, 31/08/2020 - 13:03

Le religioni sono l’oppio dei popoli

Giorgio Colomba

Lun, 31/08/2020 - 13:07

Di "residuo" ci sono solo i neuroni del segretario Ucoii.

dagoleo

Lun, 31/08/2020 - 13:17

se lo dice lui...c'è proprio da credergli.

agosvac

Lun, 31/08/2020 - 13:19

Strano, vista la successione temporale , sarebbe più logico pensare che sia l'Islam un deformazione dell'Ebraismo e del Cristianesimo. Del resto basta considerare i messaggi delle due prime religioni e confrontarli all'ultima per capire che c'è una vera involuzione. Purtroppo chi aderisce all'Islam, che significa "sottomissione" , rinunzia , di fatto, a pensare con la propria testa: è il Corano che parla per lui. Peccato che non sempre dice cose serie ed equilibrate.

Tizzy

Lun, 31/08/2020 - 13:33

Non risulta che la religione faccia parte dei bisogni primari.... E' già troppo che sia stato concesso di costruire moschee in Italia! Che vadano a comandare e fare discorsi a "bischero" a casa loro!!!

killkoms

Lun, 31/08/2020 - 13:34

E questo sarebbe l'islam moder/ato!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 31/08/2020 - 13:46

Bergoglio dovrebbe precisare se sulla sua tomba vorrà una croce, una mezzaluna, la Paciamama, squadra e compasso o falce e martello.

sarascemo

Lun, 31/08/2020 - 13:46

Il ragionamento è perfettamente in linea con i dettami dell' islam, in quanto Dio detta a Maometto il Corano, che pertanto è sacro e la sua parola nei secoli dei secoli, al di là degli eventi storici. Al contrario molti islamici tacciono sulla "taqiyya,la possibilità di infiltrarsi nel Dar-al-Harb (la “casa della guerra”, ovvero i territori non islamici), fingendosi moderati per insediarsi nelle città e nei luoghi vitali dei nemici, al fine di aprire la strada all’islam." Dov è la novità? Forse nelle favolette dei sincretisti bergogliani.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 31/08/2020 - 13:48

Bergoglio dovrebbe precisare se sulla sua tomba vorrà una croce, una mezzaluna, la Paciamama, squadra e compasso o falce e martello. Se Roma può andare o se preferisce la sua "amata Amazzonia".

GioZ

Lun, 31/08/2020 - 13:51

Per favore, non paragoniamo i testimoni di Geova ai fondamentalisti Islamici. Gli uni convivono nella nostra società e al massimo bussano alla porta di casa per fare proselitismo, gli altri sono convinti che uccidere un "infedele" non sia peccato ed anzi, è volere di Allah. Non mi risulta a tutt'oggi nessun attentato terroristico compiuto dai testimoni di Geova.

Malacappa

Lun, 31/08/2020 - 13:51

E i mussulmani che sono???

sullarivadelfiume

Lun, 31/08/2020 - 13:56

Uno dei motivi per cui sono adorati da tutte le sinistre del mondo. La comune predisposizione a invertire le sequenze logiche e fare discorsi campati in aria, con la forza della violenza o della gogna a mettere la parola fine a ogni discussione. In questo caso ciò che viene prima è la versione distorta e da correggere di ciò che viene dopo e che in realtà esiste solo come derivato. Vezzo peraltro ben noto anche ai cristiani e alle religioni neo-induiste.

Sempreverde

Lun, 31/08/2020 - 14:07

Pochi commenti pubblicabili eh?

ST6

Lun, 31/08/2020 - 14:28

Anche chi crede nell'Antico Testamento considera eretivi e deboli da sottomettere i fedeli del Nuovo. Quindi?

giovanni235

Lun, 31/08/2020 - 14:30

Rita Dalla Chiesa si era chiesto se commetteva peccato nel pensare ad un pianeta Terra senza i cinesi.Io mi chiedo:commetto peccato nel volere un mondo senza musulmani???

sarascemo

Lun, 31/08/2020 - 14:34

agosvac Lun, 31/08/2020 - 13:19 Nel suo credo non dice cose fuori luogo, il problema che il dialogo sincretista non coincide con il riconoscimento reciproco dei diritti civili di una democrazia. Occorrerebbe approfondire il discorso sulla fine degli eretici in terra, tanto per il suo credo vanno all' inferno.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 31/08/2020 - 14:50

yassine baradei, esattamente come i mussulmani, quando conoscono il benessere dell'occidente, che si ubriacano, mangiano carne di maiale, bestemmiano, non rispettano il ramadam(per che attorniati di leccornìe)vanno a donne a pagamento, vanno a ballare,si drogano, comprano cose di lusso, i mussulmani che non fanno questo è per che non se lo possono permettere economicamente!

Scirocco

Lun, 31/08/2020 - 14:52

Ma questo Baradei chi è e per quale motivo predica nel nostro paese: non può andarsene a casa sua a predicare? Dalle nostre parti si dice "Predica Berto che predichi al deserto ".Se sapesse cosa ce ne importa a noi di quel che dice forse se ne farebbe una ragione, caricherebbe le valige sul cammello e tornerebbe al suo paesello natio.

steorru

Lun, 31/08/2020 - 15:01

Rispetto l'opinione del Sig Baradei in quanto siamo in una democrazia, per cui la mia opinione sull'Islam ha lo sesso valore che il Sig Baradei ha sul Cristianesimo. Per me l'Islam è una religione nata da un plagio, una religione copia e incolla creata per essere adattata alle esigenze dei Beduini arabi del settimo secolo. Violenza, vendetta, e poco amore sono l'asse portante di questa parodia, i cui adepti non gradiscono nessuna critica ma si sentono in diritto di criticare le religioni, l'etica e i costumi altrui.

Calmapiatta

Lun, 31/08/2020 - 15:02

Scusate, ma dove è la novità? Questo è il fulcro del credo islamico, Muḥammad è l'ultimo profeta. Costui non sta nè riscrivendo la storia nè sproloquiando. Questo è il credo dell'Islam alla faccia dei buonisti. Se vi sorprendete, vuol dire che non vi siete mai informati.

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 31/08/2020 - 17:18

La cima islamista dimentica che senza le due confessioni non ci sarebbe stato islam...ma perche' l'islam e' pieno di non pensanti?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 31/08/2020 - 17:23

Nessun Komunista grida al razzismo?

routier

Lun, 31/08/2020 - 19:50

"L'uomo può vivere senza Dio ma non senza una religione" (attribuito a Napoleone Bonaparte)