"Senza migranti l'Europa muore"

Il direttore della Fondazione Migrantes, monsignor Giancarlo Perego: "Per rigenerare l'Europa serve l'incontro con il Sud del mondo"

"Senza migranti l'Europa muore"

"Per rigenerare l'Europa serve l'incontro con il Sud del mondo". Lo ha affermato il direttore della Fondazione Migrantes, monsignor Giancarlo Perego, intervenuto ad "A Sua Immagine" su Rai Uno, in occasione dell'odierno Giubileo dei Migranti. "L'Europa - ha detto - senza migranti muore. Nei prossimi 5 anni avremo il 30 per cento in meno di giovani, e solo in Italia abbiamo avuto l'anno scorso un saldo negativo tra morti e nascite di 168 mila persone, un dato che ci riporta alla Prima Guerra Mondiale".

"Ci sono forti distorsioni nell'informazione su questi temi, a causa di interessi politici", ha denunciato da parte sua il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, che da parte sua ha ricordato i milioni di "migranti economici" che l'Italia ha dato a tanti paesi del mondo. Tarquinio ha anche sottolineato che le aggressioni alle donne attribuite a rifugiati della Siria e del Nord Africa in Germania "non sono espressioni della cultura islamica quanto piuttosto di un incontro con una cultura come quella occidentale che mercifica e strumentalizza troppo spesso il corpo delle donne".

Commenti