Cronache

Sicilia: due morti per la fine dell'anno e diversi incidenti

A perdere la vita sono stati due anziani, un 73enne centrato in pieno da una macchina in corsa sotto casa a Palermo e una 92enne a Messina travolta dalle fiamme nella propria abitazione, un giovane aggredito in discoteca ad Agrigento, un ferito alle mani a causa dei giochi pirotecnici e altri incidenti

Sicilia: due morti per la fine dell'anno e diversi incidenti

È stato un fine anno drammatico in alcune città della Sicilia a causa di alcuni episodi di cronaca nera che hanno avuto come protagonisti gli anziani. Non sono mancati nemmeno gli incidenti dovuti all’utilizzo dei giochi pirotecnici e violente aggressioni in discoteca. Andiamo con ordine.

Era da poco passata la mezzanotte quando a Palermo, ieri sera, un uomo di 73anni è stato travolto da un auto perdendo la vita. Si chiamava Salvatore Guercio ed era sceso di casa per buttare la spazzatura nella zona di via Messina Marine. Mentre stava attraversando la strada è stato investito da un’auto che arrivava in corsa centrandolo in pieno. Immediati i soccorsi del 118: l’uomo è stato trasportato in ospedale ma non ce l’ha fatta a causa delle gravi ferite riportate. Il 73enne era molto conosciuto nella zona perché titolare di un bar.

Anche a Messina ieri sera un’altra tragedia: all’interno di un’abitazione è stato ritrovato il cadavere carbonizzato di una donna di 92 anni. Alcuni vicini dopo aver visto fuoriuscire del fumo dalla casa dell’anziana hanno chiamato i vigili del fuoco e i soccorsi sanitari. Appena entrati dentro l’appartamento i vigili hanno trovato il corpo dell’anziana privo di vita e avvolto dalle fiamme. Non è chiara la dinamica di cosa sia successo. Molto probabilmente all’origine dell’incidente ci sarà stato il rogo scatenato dal malfunzionamento della stufa a provocare un malore alla donna la quale vivendo da sola, non è riuscita a mettersi in salvo.

Altro incendio in appartamento questa mattina a Messina ma, fortunatamente, le persone ferite non sono in gravi condizioni. Il rogo si sarebbe scatenato poco dopo le otto. Sul posto i vigili del fuoco che sono riusciti a salvare una persona in pericolo. Le fiamme si sono propagate anche sulle abitazioni dei piani superiori scatenando il panico. Diversi gli intossicati a causa del fumo: tutti sono stati soccorsi e portati in ospedale.

A finire in ospedale, ma nella notte, un 28enne agrigentino a seguito di una violenta aggressione. Il giovane, era in discoteca con amici per festeggiare l’arrivo del nuovo anno quando, all’improvviso è stato colpito alle spalle. Nemmeno il tempo di capire cosa stesse accadendo che si è ritrovato colpito con calci e pugni in diverse parti del corpo. Ricoverato immediatamente al San Giovanni di Dio, ha riportato un trauma cranico e diversi traumi su tutto il corpo.

Sempre l’ospedale agrigentino ieri notte ha fatto il pieno di giovani al pronto soccorso a causa degli effetti dell’alcol. Molti ragazzi hanno infatti esagerato con i brindisi di capodanno sentendo la necessità di farsi aiutare dal personale sanitario. A sottoporsi alle cure dei medici anche un uomo per via delle ferite riportate alle mani a causa dello scoppio di alcuni giochi pirotecnici.

Commenti