Il sindaco Pd aizza la movida e infrange tutte le norme anti-Covid

Stanno facendo discutere le immagini del primo cittadino del capoluogo irpino, immortalato in mezzo a giovani accalcati e senza mascherine nelle vie della movida. "A qualcuno dà fastidio che io sia a contatto con la mia gente?", si domanda il sindaco Festa, ma le immagini parlano da sole

Il sindaco Pd aizza la movida e infrange tutte le norme anti-Covid

Stanno creando un vero e proprio putiferio le immagini riprese durante la scorsa notte ad Avellino, dove la movida è ripresa tranquillamente e senza particolari attenzioni alle raccomandate misure di sicurezza: a fare ancora più scalpore il fatto che, invece di richiamare all'ordine quanti non rispettavano le norme tuttora in vigore, a dirigere gli scalmanati presenti ci fosse proprio il sindaco del capoluogo irpino.

Il leader della coalizione di centrosinistra che ha vinto le ultime elezioni, vale a dire l'ex cestista Gianluca Festa, ha addirittura diretto i cori dei giovani, alcuni dei quali palesemente ubriachi oltre che sprovvisti di mascherine e per nulla preoccupati di mantenere le previste distanze dal prossimo.

Le immagini, abbastanza esplicite e senza bisogno di ulteriori commenti, sono state caricate dal consigliere comunale dell'opposizione Luca Cipriano. L'assembramento si è registrato nel pieno centro della movida di Avellino: per la precisione i video sono stati ripresi nell'isola pedonale sita tra viale Italia e via De Conciliis.

A dirigere i vergognosi cori contro i salernitani e contro il governatore Vincenzo De Luca proprio il primo cittadino Gianluca Festa, che in realtà si era recato "in vesti ufficiali" proprio per richiamare all'ordine i concittadini dopo aver emesso un'ordinanza per prolungare l'orario di apertura dei locali fino all'una del mattino. Una decisione presa in aperto contrasto con quanto determinato dal presidente della regione Campania durante la scorsa settimana.

Ecco perchè ieri notte, alla vista del loro paladino Gianluca Festa, i giovani lo hanno acclamato per la decisione presa con lo scopo di favorire la movida nel centro di Avellino, scattandosi numerosi selfie.

"Al centro delle immagini c’è il sindaco di Avellino, poco fa, nella maxi isola pedonale che ha voluto in centro città per evitare la movida. Il video si commenta da solo", riferisce in un post sotto il filmato Luca Cipriano.

Le polemiche non hanno assolutamente scalfito il sindaco. Dopo aver mantenuto le attese, presentandosi in mezzo ai ragazzi per, a suo dire, invitarli a rispettare le misure di sicurezza, Festa ha commentato quanto accaduto sulla propria pagina Facebook. "C'è chi i giovani li attacca e demonizza. E non mi sembra abbia ottenuto risultati. Io con i giovani sono a mio agio, da sempre. Per questo ieri sera ho deciso di fare un sopralluogo nell'isola pedonale, per assicurarmi che anche la ripresa della movida fosse nel pieno rispetto delle regole", esordisce il primo cittadino irpino.

"Devo dire che ho trovato un clima tranquillo e allegro. Mi sono soffermato a salutare molti giovani che ho incontrato lungo il mio percorso, entusiasti per la ritrovata libertà. Ho colto questa bella occasione di incontro per stimolarli alla responsabilità e per spiegare loro che è bene essere ancora attenti, la libertà arriverà ma adesso bisogna continuare a seguire le regole in sicurezza", prosegue l'improvvisato direttore dei cori notturni.

"Mi sono trattenuto qualche minuto con loro, con fare scherzoso e goliardico: sono profondamente convinto che il dialogo sia sempre la strada maestra, che per comunicare con i giovani occorrano empatia ed ascolto, mai contrapposizione e rigidità. A qualcuno dà fastidio che io sia a contatto con la mia gente?", dice mettendo le mani avanti. "Qualcuno mi preferirebbe dietro a una scrivania a firmare norme restrittive? Io sono il sindaco degli avellinesi. E dove c'è la vita di Avellino ci sono io. Guardate altrove, qui ci sono io a tenere tutto sotto controllo", conclude.

Le immagini della movida con la partecipazione del sindaco, Gianluca Festa, sono ora al vaglio della Digos della questura di Avellino. Sono stati acquisiti i filmati degli impianti di videosorveglianza presenti in via De Conciliis e quelli in rete sui social. Lo scopo principale è verificare se vi siano stati nella serata di ieri assembramenti e altri comportamenti contrari alle norme anti contagio. Saranno identificati i presenti per accertare eventuali responsabilità. Anche la posizione del sindaco Festa sarà verificata dagli investigatori che presenteranno un'informativa alla Procura di Avellino per i risvolti penali e al prefetto Paola Spena per eventuali provvedimenti amministrativi, che riguarderebbe anche lo stesso primo cittadino.

Commenti