Skipper italiano disperso ​nell'Oceano Atlantico

Rocco Acocella era diretto dai Caraibi in Colombia. Dal 29 aprile non si hanno più notizie dello skipper

Skipper italiano disperso ​nell'Oceano Atlantico

Era partito lo scorso 17 giugno da Saint Martin, nei Caraibi, a bordo della sua Trinavis, la barca a vela che avrebbe dovuto portarlo fino al porto di Barranquilla, in Colombia. Ma dal 29 giungo non si hanno più notizie di Rocco Acocella, che risulata disperso.

A far scattare l'allarme è stato il mancato arrivo in Colombia dello skipper, unito all'assenza di segnali radio e gps che ne indichino la posizione. Ad informare della scomparsa di Rocco è stata la sorella che sul suo profilo Facebook ha assicurato di aver "informato le autorità competenti". Poi ha lanciato un appello: "Se qualcuno ha visto questa barca o ha qualche info, vi prego di contattarmi".

La Farnesina, "in stretto raccordo con le rappresentanze diplomatico-consolari territorialmente competenti", ha attivato l'unità di crisi e sta seguendo la vicenda dello skipper disperso nel Mar dei Caraibi. Il Ministero degli Esteri, inoltre, riferische che "le Autorità marittime dei Paesi dell'area, in stretto coordinamento con le nostre Sedi diplomatiche, sono attivamente impegnate nelle ricerche del connazionale".

Lo scorso anno un'altro skipper italiano, Aldo Revello, era scomparso nell'Oceano Atlantico durante una traversata. Alcune parti dell'imbarcazione e dei vestiti erano stati ritrovati in acqua, ma del velista e dell'amico che viaggiava con lui nessuna traccia.

Commenti