Il sociologo che ci ha preso sul comunismo canta la fine dell'Ue

Il sociologo Emmanuel Todd, che aveva pronosticato la fine tragica del comunismo, è sicuro della precarietà dell'Unione europea

Qualcuno si ricorderà de "Il crollo finale", l'opera tramite cui il sociologo Emmanuel Todd immaginò la fine, del tutto tragica, che avrebbe fatto l'Unione sovietica. Bene, quando a dire la loro sono coloro che la politologia e l'esperienza hanno elevato al ruolo di profeti, vale la pena mettersi in ascolto ed aprire per bene le orecchie. Soprattutto perché, nelle ultime riflessioni previsionali dell'intellettuale transalpino, è possibile approfondire l'esistenza di una seconda "profezia". Quella secondo cui l'Unione europea, nella quale l'Italia potrebbe contare sempre meno, è destinata ad andare in frantumi.

La sintesi della visione del pensatore francese è rintracciabile in "Breve storia dell'umanità", che è stato pubblicato da Libreria editrice goriziana. Questa non è una storia buona per le persone affascinate da Nostradamus. Non si tratta di prescienza o di cartomanzia. Emmanuel Todd ha un approccio del tutto argomentativo, che riguarda lo stato di salute dell'europeismo. L'intellettuale ha avuto modo di parlare con Der Spiegel. Alcuni virgolettati sono stati riportati pure dal quotidiano La Verità: "L'Ue diventa vittima della propria sacralizzazione e si sovrastima eccessivamente". L'avversario più temibile per le istituzioni sovranazionali del Vecchio continente, insomma, abiterebbe negli ideologismi. Perché l'Europa - questa in fin dei conti è la teoria alla base del ragionamento presentato - è un concetto che ha tentato di attecchire su identità troppo distanti e differenti tra di loro. Poi, essendo sociologo, Todd pone l'accento sui gruppi sociali, specie su quelli familiari, che nel nostro consesso continentale operano mediante substrati culturali ed antropologici dissimili.

Sarebbe il colmo se l'Unione europea, che i cattolici tradizionalisti accostando spesso a un disegno idealistico volto alla distruzione della famiglia, cadesse attorno ai comportamentismi dei vari concetti esistenti di nucleo familiare. Il sociologo, intanto, ha dato uno sguardo al futuro.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giancarlo MATTA

Lun, 20/05/2019 - 12:31

la "unione-europea" del XXI Secolo non è altro che la metastasi della "Unione Sovietica" del XX Secolo e farà la stessa fine. Con una probabile differenza: la URSS fu una tragedia epocale che terminò con una farsa; la "u-e" è una pagliacciata epocale che terminerà con una tragedia. Lo ripetiamo da anni.

Ritratto di diplomatico

diplomatico

Lun, 20/05/2019 - 13:04

Sorvolo sul contenuto dell'articolo perchè lo considero la scoperta dell'acqua calda... sappiamo tutti che l'Unione Europea, questa idra che odia e calpesta i popoli che la compongono, cadrà presto. Mi soffermo invece sulla forma dell'articolo, che considero pessimo... "previsionali","argomentativo","idealistico","comportamentismi". Termini orrendi presenti solo nel vocabolario dei perfetti ignoranti, sempre dediti a coniarne di nuovi nell'illusione di lasciare il segno nella lingua scritta, non riuscendo a farlo nel giornalismo di qualità.

19gig50

Lun, 20/05/2019 - 13:23

Che le sue parole siano Vangelo.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 20/05/2019 - 13:47

speriamo al più presto!!

agosvac

Lun, 20/05/2019 - 13:59

Non c'è bisogno di essere un "sociologo" per capire una cosa che è sotto gli occhi di chiunque: questa UE non può durare!!! Non può durare perché è contro l'Europa, non può durare perché sta facendo danni immensi sia all'economia che alla cultura stessa europea. Il problema ormai non è più "se" ma "quando" crollerà.

vince50

Lun, 20/05/2019 - 14:20

Ci ha azzeccato in parte,il comunismo non è finito ha soltanto traslocato in gran parte in Italia.Se accadra la stessa cosa per quanto riguarda la fantomatica Europa,siamo fottuti.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 20/05/2019 - 14:23

Potrebbe cortesemente farci sapere per quando è previsto il lieto evento,cosi mi organizzo?

ilrompiballe

Lun, 20/05/2019 - 14:49

Unione Europea ? Dove, come, quando ? Alla Grecia è stato detto molto solidalmente di morire. All'Italia si sta suggerendo la stessa cosa. Non esiste un Governo europeo votato dai cittadini europei. Conseguentemente non esiste una politica estera europea né un esercito europeo.Non esiste una Banca dello Stato Europeo, come non esiste una politica fiscale europea. L'euro non è una valuta reale, ma una specie di operazione finanziaria. Francia, Germania, Inghilterra fanno i cavoli loro a livello internazionale. In realtà la cosidetta UE non può neanche finire, dato che non ha mai cominciato ad esistere sul serio : forse è una creatura della "political correttness", un'immagine su carta patinata.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Lun, 20/05/2019 - 15:14

Il Comunismo è esistito, l'UE no.

heinrich

Lun, 20/05/2019 - 17:04

'sto sociologo ha letto l'articolo di Sallusti relativo all'Unione Europea e i movimenti sovranisti? qualcuno di voi lo ha letto?

frabelli1

Lun, 20/05/2019 - 18:33

Questa è una ottima notizia

brunog

Lun, 20/05/2019 - 21:27

Anche altri sociologi sono arrivati alla stessa conclusione, si prende una persona inserita in un nucleo familiare, famiglia inserita in una citta', citta' a sua volta parte di una nazione, e qui il collegamento termina perche' non ci sono piu' collegamenti di identita' tra le varie nazioni. Questa UE e' una forzatura sulla persona, se le varie nazioni europee sono state separate per secoli ci sara' un motivo. L'unica possibilita' di unione deve avere il consenso popolare che non c'e' e che non ci sara' mai.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 20/05/2019 - 23:21

Facile vincere.