"Gli spariamo e ce lo fumiamo". A processo i bulli della Genova bene

Una gang di ragazzi, minorenni all'epoca dei fatti, ha seviziato un compagno di classe

I gruppi Whatsapp in cui gli chiedevano di obbedire ai suoi "padroni". Le minacce quando non portava a termine i suoi compiti. E infine i colpi con una pistola a pallini nelle gambe, fino alla minaccia: "Ora ce lo fumiamo". Il 5 febbraio comincerà il processo ai bulli di una scuola esclusiva di Genova.

Per seguire i corsi dell'istituto, le famiglie sborsano rette tra i 7 e i 10mila euro annui. Eppure in questa scuola di alto profilo si verificavano episodi raccapriccianti. Gli inquirenti del capoluogo ligure hanno raccolto circa 100mila messaggi da varie chat e gruppi, che provavano i continui episodi di bullismo messi in atto da studenti - minorenni all'epoca dei fatti - ai danni di un compagno.

Come scrive La Stampa, i fatti sono accaduti a partire dalla fine del 2016. "La mia lista: comprami un panino al prosciutto e formaggio, giocami la schedina e vienimi a prendere", scrive uno dei bulli alla vittima. Poi gli insulti e le minacce, fino alla notte di Capodanno trascorsa fuori Genova in cui la gang, secondo quanto scrive il pm, avrebbe "deriso, picchiato e umiliato il ragazzo, fatto uscire in piena notte, nudo, in mezzo alla neve, irriso da tutti senza che nessuno si preoccupi di soccorrerlo o mostrare un minimo di pietà. E, alla fine, viene esposto come un trofeo per le foto di rito".

Sconvolge la violenza degli aggressori. Scrivono ancora gli inquirenti: "Colpiscono il cinismo e il sadismo del gruppo, che mai muove a pietà". La vittima avrebbe anche manifestato intenzioni suicide, a causa dei continui maltrattamenti. Poi ha trovato la forza di denunciare.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 27/01/2019 - 18:38

Ai lavori forzati per almeno 10 anni sotto la direzione di un guardiano burbero,dispotico e che preferisce le mani alle parole... Quando usciranno saranno da collegio di educande.

Ritratto di navigatore

navigatore

Dom, 27/01/2019 - 18:52

oltre a mettere in galera e farli lavorare,pala e piccone, punirei anche i genitori, che hanno dimostrato di non esser all' altezza di educare i propri figli,

Ritratto di Evam

Evam

Dom, 27/01/2019 - 22:05

Questi sarebbero anche quelli che qualcuno chiama immaturi. Comunque spiace dover constatare che una società impegnata in una fornicazione frenetica, come la nostra, come risultato si riesca a produrre soggetti di questo tipo, che io chiamo "bambini di Satana". Inquietanti esseri che un giorno adulti saranno perfetti indemoniati e magari pure buonisti. Una società di questo tipo, non ha futuro, ma del resto i tempi sono giusti e sono ormai quelli. Non ci resta che attendere con gloria lo sterminatore di false anime.

ermejodermonno

Lun, 28/01/2019 - 08:14

SI PUO' SCRIVERE E CHIACCHIERARE QUANTO SI VUOLE, MA QUESTI EPISODI DIMOSTRANO CHIARAMENTE CHE MANCA LA FAMIGLIA E QUINDI L'EDUCAZIONE ENTRO DI ESSA, MANCA LA SCUOLA CHE NON E' PIU' IN GRADO DI DARE NULLA , MANCA LO STATO , PERCHE' NESSUNO PIU' LO RISPETTA. GUARDATEVI ALLE SPALLE E CHIEDETEVI , QUALE TIPO DI EDUCAZIONE , DI CIVISMO, DI EDUCAZIONE CIVICA HA EDUCATO QUELLI CHE OGGI HANNO 50/60 ANNI????? EBBENE A QUEL TIPO DI EDUCAZIONE BISOGNA RITORNARE. RICORDO UN DETTO DELLA MIA CARA NONNA"MAZZE E PANELLE FANNO I FIGLI BELLI PANE SENZA MAZZE FANNO I FIGLI PAZZI" INFATTI GUARDATE DOVE SIAMO ARRIVATI. ANARCHIE EIMPOTENZA TOTALE DA PARTE DI TUII:FAMIGIA, SCUOLA, STATO, IL NULLA.

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 28/01/2019 - 08:25

Non dimenticatevi, che i genitori ne sono complici!!!

gneo58

Lun, 28/01/2019 - 08:47

concordo con mbferno e navigatore

buri

Lun, 28/01/2019 - 09:07

deprimente vedere certe cose e questa lo è di certo

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 28/01/2019 - 09:09

Questi sono come quelli che una volta facevano la leva militare. Io l'ho scansata, ma dai racconti dei miei amici, pochi se ne salvavano. Poi si vanno a giudicare le maestre. Io mi ricordo che dall'asilo fino alle medie esistevano questi soggetti ed a volte dai maestri e professori uscivano certi sganassoni. Mio padre mi raccontava le bacchettate sulle mani che ricevevano chi non si comportava bene. Forse non li cambiava ma almeno qualche punizione la ricevevano, ora sempre perdonati.

Clamer

Lun, 28/01/2019 - 09:30

Ma che cosa insegnano in quella scuola? Solo nozioni? La prima cosa dovrebbe essere il comportamento civile ed una rapida lettura dei relativi articoli del Codice Penale.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 28/01/2019 - 09:39

quando si tratta della feccia di casa loro(patania)come sono buonisti i patani!

Maura S.

Lun, 28/01/2019 - 09:44

Dovreste mettere in galera anche i genitori, troppo occupati per vivere la loro vita privata. Che schifo!!!!!!

carpa1

Lun, 28/01/2019 - 10:26

E le idiote leggi italiane continuano a considerarli minorenni e, quindi, non perseguibili nelle maniere che si conviene per CRIMINALI quali sono! Gli arbusti vanno raddrizzati da giovani se si vogliono ottenere degli alberi decenti.

zingozongo

Lun, 28/01/2019 - 12:29

uno dice " ci vorrebbe il servizio militare per drizzargli la schiena a questi " ma poi si ricorda ditutti i casi di bullismo nelle caserme, come l episodio di quel para, scieri se ben ricordo, lasciato ad agonizzare di notte sotto una torre...mah