"Sposta l'auto, sei in divieto". Pesta a sangue il vigile e lo manda in ospedale

Il pestaggio a Terlizzi (Bari). Il sindaco: "È inaccettabile"

"Sposta l'auto, sei in divieto". Pesta a sangue il vigile e lo manda in ospedale

Un pestaggio che ha sconvolto l'intera comunità nel Barese. Ieri, a Terlizzi il sovrintendente capo della polizia locale, Luigi De Chirico, è stato aggredito da un commerciante dopo avergli chiesto di spostare l'auto parcheggiata in maniera irregolare in una strada del centro. La vittima è stata trasportata al pronto soccorso dell'ospedale "Don Tonino Bello" di Molfetta per le cure.

Il dolore dei cittadini

L'intero paese, che conta circa 26mila abitanti, si è subito stretto intorno a De Chirico. "È un episodio brutto e inaccettabile - scrive in un post su Facebook il sindaco, Ninni Gemmato, che continua - il lavoro e l'esercizio di un'attività commerciale non possono mai prescindere dalla legalità e dal rispetto verso il lavoro delle forze dell'ordine. Esprimo la mia piena solidarietà al sovrintendente capo della polizia locale Gino De Chirico e gli auguro una pronta guarigione". Il primo a dare notizia dell'aggressione è stato proprio il primo cittadino che sul social network ha informato i suoi concittadini di quanto accaduto. L'aggressione è avvenuta in viale delle Mimose "non lontano dall'area del mercato settimanale" scrive Gemmato. De Chirico, in servizio insieme alla vice sovrintendente, "è intervenuto nei confronti del titolare di un esercizio commerciale per intimargli lo spostamento di un veicolo, fermo in maniera irregolare sulla strada, che in quel frangente bloccava il traffico veicolare. Dopo i ripetuti richiami - continua Ninni Gemmato - tutti senza esito, al momento di elevare la sanzione amministrativa De Chirico è stato brutalmente aggredito".

L'aggressione è avvenuta nei pressi del mercato. Infatti su Facebook, in un lungo post, si è anche espresso Savino Montaruli, dell'ufficio di presidenza del movimento "CasAmbulanti". Montaruli parla di "vile aggressione" e specifica: "Nonostante sia chiaro che l'aggressione non sia stata causata da un commerciante ambulante, resta la gravità di un gesto che non deve assolutamente ripetersi".

Il precedente

In realtà non è l'unico episodio di aggressione ad un agente di polizia locale avvenuto nelle ultime ore in Puglia. Poco prima, in pieno centro a Bari, nello specifico in via Quintino Sella, un'altra vigilessa è stata aggredita. In questo caso l'agente avrebbe chiesto ad una giovane donna di indossare la mascherina chirurgica per strada e, non ascoltata, ha elevato una sanzione alla giovane che era in compagnia di alcuni amici. Quest'ultima avrebbe dato in escandescenze e avrebbe aggredito l'agente. La comitiva, come si legge sulla Gazzetta del Mezzogiorno, è stata poi accompagnata al comando di polizia locale per gli accertamenti ed il prosieguo delle attività di polizia giudiziaria.