Cronache

Rimini, 16 anni a Butungu: condannato il capo branco

Il congolese dovrà anche risarcire le vittime della notte degli orrori. Il legale del trans: "È una condanna giusta"

Rimini, 16 anni a Butungu: condannato il capo branco

Condanna a 16 anni per Guerlin Butungu, il capo-branco di Rimini che ha di fatto stuprato una turista polacca e un trans nella notte da incubo dello scorso 26 agosto. La sentenza è stata emessa dal tribunale collegiale di Rimini. I giudici di fatto hanno inoltre predisposto una provvisionale di 30mila euro sia per la turista polacca che per la transessuale perUviana. Altri 20mila euro di provvisionale invece saranno destinati all'amico della donna polacca picchiato in modo selvaggio in spiaggia. Il pm aveva chiesto una condanna a 14 anni di reclusione. "Credo che una pena di 16 anni - ha detto l’avvocato Enrico Graziosi che difende, come parte civile, la donna peruviana - sia aderente alla gravità e alla crudeltà di quanto accaduto". Butungu di fatto è reoconfesso e quindi ha potuto ottenere lo sconto di un terzo della pena come prevede il codice penale per i prcessi che si tengono col rito abbreviato. Il congolese era stato arrestato insieme ad altri tre ragazzi minorenni. Immediatamente, subito dopo quanto accaduto, è emerso il ruolo di capo branco da parte di Butungu che è stato considerato la "mente" degli orrori di quella notte riminese.


I fatti del 26 agosto

La notte del 26 agosto Guerlin Butungu e altri tre ragazzi hanno dato il via ad una nottata da "arancia meccanica" sulle spiagge di Rimini. Dopo aver fermato due turisti bolognesi a cui avrebbero sottratto il cellulare, i quattro si sono diretti tra i lidi del litorale. Lì hanno trovato una coppia polacca. Dopo aver scambiato qualche chicchiera con i due, è scattato l'incubo. I quattro si sono avventati sulla donna polacca e l'hanno stuprata a turno dopo avre immobilizzato il suo amico. Subito dopo la prima violenza, nel cuore della notte, i quattro si sono avventati anche su un transessuale di origine peruviana. Le due vittime hanno avuto il coraggio di raccontare quanto accaduto agli inquirenti che si sono messi subito alla ricerca del branco. Oggi l'atto finale con la condanna a 16 anni per il congolese

Commenti